Max Pescatori su swap e compravendita quote: “Favorevole a scambiare fino al 25%, stacking live mai più!” | Italiapokerclub

Saturday, Mar. 28, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Apr 2015

|

 

Max Pescatori su swap e compravendita quote: “Favorevole a scambiare fino al 25%, stacking live mai più!”

Max Pescatori su swap e compravendita quote: “Favorevole a scambiare fino al 25%, stacking live mai più!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Nel salone principale del casinò Ca’ Vendramin di Venezia, durante il secondo livello di gioco del day1A WPT National, Max Pescatori ha accolto Carlo Savinelli con un abbraccio.

I due, così simili e così diversi, hanno certamente in comune talento e smisurata passione per questo gioco.

E i vecchi marinai da casinò – figuriamoci i pirati – sanno bene che il poker può talvolta essere visto come un “gioco di squadra”.

La scorsa settimana vi abbiamo raccontato degli annunci fatti dal “sindaco” in quel di Campione. Quote, quote e ancora quote. Cavalli ovunque. Il Professor Max, da sempre appassionato di betting, quote, scommesse e quant’altro ci ha detto la sua proprio su questo argomento:

“Innanzitutto credo sia importante sottolineare un principio essenziale quando si parla di scambio di quote: swappare oltre il 25% per me è inconcepibile. In certi casi un torneo rischierebbe di essere decisamente influenzato da questi giri di denaro. Discorso ben diverso quando si parla di cifre più contenuto: credo che scambiare il 5% con un proprio amico aiuti non solo ad attenuare un eventuale periodo di swing, quanto ad accentuare la natura sportiva e agonistica del Texas Hold’em”.

carlomax

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Quando si intende swappare una percentuale del proprio buy-in è intellettualmente onesto farlo con qualcuno che stia più o meno al tuo stesso livello:

“In questi casi l’amicizia conta fino a un certo punto perché scambiare quote con un giocatore che non sa tenere le carte in mano non potrà mai essere +EV… Può essere leggermente più bravo o leggermente meno bravo, ma deve comunque esserci un qual certo equilibrio. Lo swap diventa interessante quando lo si effettua a torneo in corso: in questo caso contano ovviamente gli stack in gioco, ma swappare un 10% a 3 tavoli left in un torneo dove si ha edge sul field è una scelta decisamente profittevole!”

Per quanto riguardo l’acquisto di quote il discorso è invece ben diverso:

“Se parliamo dell’acquisto di percentuali di alcuni giocatori in determinati tornei, come ha provato a fare Carlo all’IPO, si possono trarre discreti benefici, ma la varianza è altissima. Il discorso cambia radicalmente se parliamo di stacking in senso assoluto, ovvero quando intendiamo ‘sponsorizzare’ un player per un determinato periodo di tempo: in passato ci ho provato con diversi giocatori… ma non ho mai fatto profit! E ne conosco altrettanti a cui è andata anche peggio… Qualora si fosse interessati a stackare un player è molto meglio farlo per i tornei online: innanzitutto si può monitorare l’andamento dello stackato e, qualora andasse male, le perdite per lo stacker sono decisamente più contenute!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari