Thursday, Jul. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Giu 2015

|

 

Robert Mizrachi vince l’Omaha Hi/low! ITM per il Pesca all’evento #6, 506 left al Colossus…

Area

Vuoi approfondire?

E sono tre. Proprio come i suoi fratelli.

Robert Mizrachi, fratello maggiore del più celebre Michael, si è assicurato nella notte il suo terzo braccialetto in carriera, sconfiggendo Jacob Dahl nel testa a testa conclusivo dell’evento #3, un Omaha Hi/Low 8 or Better da 1.500$ di buy-in.

Mizrachi incassa così una prima moneta da 251.022$ e pareggia i conti con “The grinder” in quanto a numero di WSOP bracelet, andando a rimpinguare la bacheca della famiglia più vincente del poker moderno.

Il successo arriva nuovamente in una delle varianti più tecniche dello scenario pokeristico. Tutto fuorché un caso: lo scorso anno Robert riuscì infatti a trionfare nel Dealer’s choice, torneo che metteva tutte assieme la bellezza di ben 16 varianti diverse

miza

Quello di Robert è stato l’unico braccialetto consegnato nella notte del Nevada.

Il final table dell’evento #6, un Hyper Hold’em da 1.000$, andrà infatti di scena nella notte italiana.

In questo turbo da 1.436 iscritti da segnalare la prima bandierina di Max Pescatori in questa edizione. Il pirata ha rivelato su Facebook che i 2.016$ incassati danno comunque morale in vista dei prossimi impegni.

pescaaaaa

59° piazza e 3.890$ per Florian Bordet, miglior azzurro stando alla bandierina assegnatagli dal sito WSOP.

Nella notte sapremo chi riuscirà a portarsi a casa braccialetto e prima moneta da 252.000$. Il count vede massive chipleader l’americano Harrison Beach con 2.280.000 chips. Seguono Ryan Julius e Robert Suer rispettivamente a 930.000 e 765.000.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

chipcount

Da pochi minuti è invece terminato il day2 del “The Colossus“: stando agli ultimi aggiornamenti sono 506, già tutti ITM, i player che accedono al day2. Nel count ufficiale WSOP non risultano bandiere italiane per il momento, ma visto quanto successo gli anni scorsi non è escluso che abbiano affibbiato a qualche nostro connazionale una nazionalità diversa.

Di certo c’è che Roby Begni e Muhamet Perati non sono tra questi: entrambi hanno concluso il proprio torneo rispettivamente in 2.167° e 938° posizione. Con loro anche Niki Rositi, 842° per 3.635$, Riccardo Ottolenghi, che ha chiuso il Colossus in 1101° posizione per un premio di 2.740$, Gianmarco Starace (1796°) Simone Zanetti (1733°) e Christian Caliumi (2235°).

clown

Al momento comanda lo statunitense Larry Elliot con 730.000 gettoni. Al decimo posto provvisorio risaltano le 550.000 chips incamerate da Marc Vincent da Nauru (Isola della Micronesia che conta meno di 10.000 abitanti).

Tra i “notables” out Eddy Sabat (2213°), Greg Raymer (2162°), JC Tran (2102°), Greg Muller (1867°), Lily Kiletto (1445°), Chris Tryba (1198°), Allen Kessler (1191°), Aaron Massey (796°), Erick Lindgren (717°).

Questa la top 10 provvisoria. Al primo andranno 638.880$.

top10

Photo: WSOP

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari