Sunday, Aug. 14, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Lug 2015

|

 

Super High Roller Cash Game – Seiver top winner, Kirk top loser. I super pro amano gamblare

Super High Roller Cash Game – Seiver top winner, Kirk top loser. I super pro amano gamblare

Area

Vuoi approfondire?

Chiusa la seconda giornata del Super High Roller Cash Game disputata all‘Aria Casino.

Come ieri otto giocatori hanno animato la partita cash $400/$800 ante $200, e tra questi ovviamente c’erano player di fama mondiale come Sam Trickett, Daniel Colman, Andrew Robl, David Sands, Paul Newey, Doug Polk e Scott Seiver.

Oltre Jean-Robert Bellande, ha giocato entrambi i day anche Matthew Kirk, professionista specializzato in PLO, che per sua ammissione in un intervista al portale pokerlistings.com, si è iscritto all’evento per noia, dato che non riusciva a trovare tavoli PLO attivi.

Kirk racconta di essere cosciente di non avere edge, dato che il Texas Hold’Em non è il suo punto di forza, così come che non dovrebbe giocare perchè non si aspetta di vincere. Ma si annoiava e voleva divertirsi un po’. Dopotutto ha giocato partite più ricche di questa, dice.

kirk

Proprio come nel day 1, Kirk è stato uno dei giocatori che ha dato più azione al tavolo; ad esempio in una mano Newey apre a $4.500, Kirk rilancia a $18.000 da SB, Robl 4-betta $50.000 portando al fold Newey. Per Kirk non è abbastanza, ed il pro di PLO sale ancora a $100.000, trovando il call del suo avversario.

Il flop è 227 e Kirk sceglie di sparare basso rispetto al pot, come sua usanza nei 5-bettati, e punta $35.000 trovando il call dell’altro. Sull’A Kirk punta $50.000 e snap-folda dopo il push dell’avversario, che gira Q5 per un bluff assoluto.

Kirk si innervosisce un po’ per questa mano, dichiarando che su qualsiasi altra carta al turn sarebbe andato all in. Robl propone allora all’avversario di giocarsi i suoi $90.000 di stack in una mano “gamblata” di Omaha, istant-call alla proposta per Kirk, che precedentemente aveva già sconfitto lo stesso Robl proprio in un gamble Omaha per $65.000.

Questa volta però -purtroppo non ci è dato sapere con esattezza la mano dei due giocatori- la coppia di 3 al turn di Kirk viene superata da una coppia di 6 al river dell’avversario, che elimina così Kirk il quale si ritira dalla competizione.

Questi gamble non sono però gli unici aneddoti della serata. In uno spot tra Douglas Polk e Daniel Colman, ad esempio, sono cadute sul flop due donne di fiori. Tra l’imbarazzo dello staff e il fastidio di Polk, la mano è stata annullata ed il mazzo cambiato.

All’inizio dei giochi poi Kirk e Colman si sono cimentati in una sfida a “What Johnny Lodden Thinks?” giochino inventato dal poker player Johnny Lodden in cui bisogna indovinare cosa una terza persona risponderebbe ad una determinata domanda.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

In questo caso la domanda era: “Secondo David Sands, quanto vorrebbe essere pagato Doug Polk per rasarsi la testa ogni giorno per un anno?”

Tra un rilancio e l’altro alla fine la side-bet se la aggiudica Colman, ma Kirk non si perde d’animo ed anzi offre a Polk $150.000 per rasarsi veramente. Douglas però rifiuta dicendo di amare la sua vita e i suoi capelli, e di avere già una stabilità economica che gli permette di declinare l’offerta.

Quando il day 2 volge al termine arriva la mano più importante di entrambe le giornate.

Apre Robl a $2.400, Colman rilancia a $8.500 da CO e Seiver alza a $24.000 da BTN, portando al fold l’original raiser. Colman però alza la posta a $70.000 e Scott sceglie di chiamare per vedere il flop 92K. Daniel punta $50.000 e dopo il call dell’avversario checka sul turn 3. Scott allora piazza una bet da $120.000 e dopo il call di Colman ed il suo check sul river 8, sceglie di pushare per $343.000.

Dan Colman a questo punto è molto combattuto sul da farsi e chiede: “Hai i K? Io ho gli assi, ma non credo che giocheresti AK in questo modo…” e a malincuore folda, lasciando il pot da $865.000 a Scott Seiver.

Anche stavolta non abbiamo dati ufficiali sugli sviluppi della partita, ma sembra che Seiver abbia vinto attorno ai $700.000, classificandosi come secondo vincitore di queste due giornate dietro ad Antonio Esfandiari.

L’ultima manche verrà disputata questa sera alle 23.00 italiane, ovvero le 14.00 del posto, e la potrete seguire in diretta streaming con noi!

 

 

Foto credits: Pokerstars

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari