Sunday, Sep. 20, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Giu 2016

|

 

WSOP – James Moore vince tra i Super Seniors, Ziskin la spunta sul tedesco Grieme

WSOP – James Moore vince tra i Super Seniors, Ziskin la spunta sul tedesco Grieme

Area

Vuoi approfondire?

Altri due braccialetti sono stati consegnati al Rio di Las Vegas questa notte durante le WSOP 2016.

Partiamo dall’evento #29 da 1.500$ di buy-in che dopo il Day 3 era rimasto ieri in sospeso con gli ultimi due contendenti in gara.

Il combattutissimo heads-up alla fine ha premiato il 30enne americano Alexander Ziskin, pro di Chicago che ha avuto la meglio sul tedesco Jens Grieme.

Nell’ultimo colpo Grieme ha pushato con Q-10 e Ziskin ha snappato con K-8. Il board A-8-6-5-7 non ha regalato nulla.

Ziskin ha incassato così oltre 400mila dollari mentre Grieme si è dovuto accontentare di 248.067$. Ecco la top ten del payout, con due britannici protagonisti di una deep run.

Sono stati 1.796 gli iscritti a questo evento che ha generato un prizepool di 2.424.600$. Tra i 270 premiati c’era anche il nostro Giuliano Bendinelli (143°).

 

ziskin

 

 

Spostiamoci poi nell’evento #31, il Super Seniors NL Hold’em da 1.000$ di buy-in riservato ai giocatori con almeno 65 anni d’età.

Qui al final day ha vinto James Moore, uno dei più giovani del field. Moore si è messo al polso il braccialetto al suo secondo cash alle WSOP, incassando 230.626$.

L’ultima mano ha visto Moore chiamare l’all-in del runner-up Charles Barker su un board AK3 Q tutto a quadri.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Al turn si è andati allo showdown e Barker ha mostrato 107 contro JQ di Moore. Il river 7 non è servito proprio a nulla.

Si chiude così un evento che ha visto registrarsi giocatori tra i 65 e i 93 anni d’età. Il player più anziano si chiamava Onofrio Zicari.

Riportiamo anche un’altra curiosità: il 6,8% del field era composto da signore. È stato l’evento con maggiore affluenza femminile finora a queste WSOP dopo 31 eventi!

 

moore

 

 

Poteva finire stanotte in archivio anche l’evento #32, l’Omaha Championship. Invece sono ancora tre i superstiti in lotta per il titolo.

Comanda il britannico Benny Glaser che un braccialetto lo ha già vinto in questa edizione! Glaser è dunque ad un passo dal bis e sarebbe il terzo giocatore capace di compiere l’impresa in questo 2016.

L’avversario più pericoloso per Glaser è forse Doug Lorgeree che ha quasi lo stesso stack ma bisogna stare attenti anche a Matt Glantz terzo.

In settima posizione ha chiuso Todd Brunson mentre si è piazzato ottavo uno scatenato Jason Mercier! La prima moneta vale 407.194$. Ecco la composizione del tavolo:

  • Doug Lorgeree – 3,095,000
  • Benny Glaser – 3,225,000
  • Matt Glantz – 1,850,000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari