Thursday, Jul. 2, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 13 Giu 2019

|

 

WSOP 2019: Sammartino da sballo nell’HORSE, Speranza e Dato on fire nel 6-Max

WSOP 2019: Sammartino da sballo nell’HORSE, Speranza e Dato on fire nel 6-Max

Area

Vuoi approfondire?

Dario Sammartino si scatena nell’HORSE e dopo un day 2 da protagonista stacca il pass per il final day. Il “$10.000 HORSE” è un Championship che richiama ovviamente solo grandi campioni e dunque vincere in eventi del genere accresce il valore del successo stesso. Dario Sammartino da alcuni anni si sta confermando un cecchino anche nelle varianti e la notte appena trascorsa lo ha ribadito.

Insieme al campano, ci sono altri azzurri che provano a farsi largo in altri eventi. Gianluca Speranza e il redivivo Andrea Dato, appaiono in grande forma nel”$3.000 6-Max NLH“. Volano al day 2 e possono puntare al bersaglio grosso, ma devono difendersi da un field agguerrito.  Ottime prestazioni poi nell’evento#30 per Giuseppe Maggisano e Michael Tabarelli, entrambi al day 2 del “$1.000 PLO“. Insomma una grande iniezione di fiducia per loro e per chi da casa segue senza sosta la grande kermesse di Las Vegas.

Evento#29 (175 ingressi, 1.616.800$, 20 left)

Le WSOP 2019 provano a colorarsi di azzurro, dopo le prime due settimane che non hanno regalato grandi gioie ai nostri players. Riuscirà Dario Sammartino ad invertire il trend? Le condizioni e le skills ci sono tutte. Il day 2 dell’evento#29 si apre con gli ultimi ingressi grazie alla late aperta. La prima giornata aveva visto 83 players compiere il giro di boa su 161 paganti. Il day 2 accoglie altri 14 giocatori e il dato finale degli ingressi recita 175 per un prize pool netto di 1.616.800 dollari.

La zona premi viene racchiusa in 26 posizioni e se il cash minimo vale 15.176$, la prima moneta offre un assegno da 425.347 bigliettoni. Dario Sammartino nella seconda giornata scatta dalla 37° piazza con 116.000 unità e fin dalle prime battute scala posizioni. E’ a ridosso della zona bolla che l’azzurro fa il salto di qualità nel count e fa fuori Nick Schulman in una mano di Hold’em. Sul board A-9-2-Q-10 Dario mostra A-9, superiore a 7-4 dell’americano che esce ad un passo dall’ITM.

Dario Sammartino

La bolla scoppia in 3way pot di Stud con Bonomo che si prende il piatto e condanna all’eliminazione un mostro sacro come David “ODB” Baker. Raggiunti i premi, Dario Sammartino aggiunge l’ennesimo scalpo alla sua cintura. Questa volta spetta a Daniel Alaei cadere sotto i colpi di “Mad Genius”. In una mano di Stud, Alei aggiunge le ultime 12.000 chips nel pot con Q-3/4-9-6-4/Q, mentre l’azzurro mostra 5-2/A-K-J-6-/3. Il low finale è migliore di quello del rivale e se Alaei è il primo ad avviarsi alle casse, Sammartino decolla sopra il muro delle 800 mila unità.

Nelle battute finali Dario fa incetta di chips e sfonda il milione nella mano di Stud Hi-Low: il suo 7-8-7-6-2-5, migliora con l’ultima carta: 5 che vale la doppia coppia, mentre Yueqi Zhu si arrende con 6-5-8-8-J-4 e un K come ultima carta. Solo nell’ultima mano di giornata il partenopeo viene superato in vetta al count: il suo stack è 1.120.000, lo stesso di Daniel Ospina, mentre con 5.000 chips in più si guadagna i galloni di leader un certo Brian Hastings. Non molla la presa nemmeno Phil Galfond (734.000), con Anthony Zinno che si porta a ridosso della top 10 e mette assieme 390.000 fiches. Scott Clements e Justin Bonomo sono gli altri due grandi nomi in corsa, rispettivamente a 343.000 e 200.000 pezzi.

La top 10 del day 2

  1. Brian Hastings 1,125,000
  2. Dario Sammartino 1,120,000
  3. Daniel Ospina 1,120,000
  4. Greg Mueller 734,000
  5. Phil Galfond 734,000
  6. Marco Johnson 631,000
  7. David Brookshire 611,000
  8. Matthew Gonzales 551,000
  9. Nick Guagenti 537,000
  10. Tom Koral 425,000

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Evento#30, (1.526 ingressi, $1.374.300, 308 left)

Italia presente anche nel “$1.000 PLO“. Giuseppe Maggisano e Michael Tabarelli cercano la seconda deep run alle WSOP 2019 e sempre nel Pot Limit Omaha. Dopo aver sognato nell’evento da 600$, il duo azzurro ci riprova anche nell’evento#30 e sono fra i 308 players che staccano il pass per il day 2. Maggisano mette dentro la busta 129.000 gettoni, mentre Michael lo ritroveremo a quota 62.500. Grande affluenza ancora una volta per le varianti e con 1.526 paganti viene raccolto un prize pool di 1.374.300 dollari.

A beneficiare di tale somma saranno in 229 e dunque nei primi livelli della seconda giornata assisteremo allo scoppio della bolla, con la speranza di vedere i due italiani raggiungere il primo traguardo. La ricompensa minima è di 1.502 dollari, mentre chiudere al primo posto equivale a mettere le mani su 236.673 bigliettoni. In testa al count troviamo lo scatenato Stefan Ivanov: accumula 386.000 chips. Sulle sue tracce ci sono Luis Zedan (374.000) e Joseph Sabe (330.000).

La top 10 del day 1

1 Stefan Ivanov 386,000
2 Luis Zedan  374,000
3 Joseph Sabe  330,000
4 Szymon Wysocki 306,500
5 Neil Yekell 277,000
6 Andrew Whitake 274,000
7 Joshua Gibson 261,500
8 Jon Turner  258,000
9 Christopher Aiello 251,500
10 Anatolii Zyrin  248,000

Evento#31, (754 ingressi, $2.035.800, 140 left)

Speranza-Dato e l’Italia va al day 2 del “$3.000 6-Max NLH“. Gianluca e Andrea intascano il pass per proseguire la loro avventura in un torneo scoppiettante e che promette ancora spettacolo. L’abruzzese imbusta 112.000 fiches, mentre il romano ha dalla sua 76.000 pezzi. La strada è ancora lunga, ma i due italiani possono ancora dire la loro in un day 2 che vedrà 140 players battagliare per la zona premi. In tutto si sono lanciati nella mischia 754 giocatori, i quali hanno prodotto un montepremi netto di 2.035.800 dollari.

In the Money” ci finiranno in 114 e questo significa che mancano appena 26 eliminazioni allo scoppio della bolla. Approdare a premio assicura almeno 4.482 dollari e centrare la prima piazza vale addirittura 414.766 bigliettoni. In testa al count troviamo Griffin Benger in fuga con 427.500 gettoni. Prova a non perdere troppo terreno Upeshka De Silva a quota 306.000. Nella top ten trovano posto due pezzi da novanta come Manig Loeser (245.000) e James Obst (242.000).

I migliori 10 del day 1

1 Griffin Benger 427,500
2 Upeshka De Silva  306,000
3 Michael Tureniec 263,000
4 Onur Unsal  258,000
5 Manig Loeser  245,000
6 James Obst 242,000
7 Aleksandr Shevliakov  222,000
8 Robert Bickley 221,500
9 Kunuk Shin  221,000
10 Francisco Torrecillas 219,500

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari