Sunday, Aug. 18, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Giu 2019

|

 

Dario Sammartino chipleader al Tavolo Finale del Championship HORSE WSOP: dalle 21 gioca per il braccialetto!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dario Sammartino chipleader al Tavolo Finale del Championship HORSE WSOP: dalle 21 gioca per il braccialetto!

Area

Vuoi approfondire?

Che ci fosse aria di final table lo si era capito già al termine del Day2.

Nonostante la lista interminabile di stelle internazionali che ha affollato il Championship HORSE, Dario Sammartino è parso in forma smagliante e l’allungo al Day3 ne è stata una dimostrazione lampante.

Con un vantaggio enorme sul 2°, lo statunitense Craig Chait,si ripresenterà questa sera alle 21.00 (ora italiana) per provare l’affondo decisivo e portare a casa quel braccialetto che all’Italia manca dal 2015 (con la storica doppietta di Max Pescatori).

La sua scalata comincia sin dalle prime battute, così come la personalissima sfida contro Phil Galfond. Il pro americano, al tavolo con Dario sin dallo start del Day3, è uno tra gli avversari più temibili ma il nostro portacolori sembra non avere alcun timore reverenziale nei suoi confronti: sarà proprio contro di lui che comincerà ad accumulare le chip necessarie a balzare in testa al count prima del dinner break.

Nel mentre il field si restringe e cominciano ad arrivare alcune eliminazioni pesanti: da Justin Bonomo (19° per 15.176$) alla sempreverde Jennifer Harman (16° per 17.826$), seguita a ruota da Nick Guagenti (15° per la stessa cifra) che soccombe proprio contro il nostro alfiere.

jennifer-harman

L’intramontabile Jennifer Harman

L’altro eliminato illustre risponde al nome di Brian Hasting, partito in testa al count e tallonato da Sammartino e Ospina (al tavolo assieme con il medesimo stack di partenza). Brian finisce al tavolo di Dario e si arrende al 12° posto per 26.170$, mentre Galfond comincia a recuperare terreno proprio sul player campano.

Rimonta che tuttavia non si concretizza: Dario riesce a tener botta mentre Phil si accorcia pesantemente, complice l’inesorabile avanzare dei blind che a 12 left assottiglia l’average a poco più di 10 big blind.

E’ proprio qui che arriva il colpo di coda di Dario Sammartino, capace di mettere la giusta pressione agli avversari nel momento chiave del torneo. A farne le spese è un altro nome illustre, Anthony Zinno, che nello Stud cede il passo all’azzurro regalandogli una monster chipleading poco prima del redraw a 10 left.

Dal canto suo Zinno prova a resistere con tutte le sue forze ma vede sfumare i suoi sogni di gloria al 10° posto, seguito a ruota da Marco Johnson. Si arriva quindi all’unofficial final table a 8 e Dario si trova in testa al gruppo con più del doppio dello stack del secondo.

dario-sammartino

Dario Sammartino concentratissimo prima dell’unofficial final table

Per un player esperto come lui, un vantaggio simile è un’occasione imperdibile per mettere pressione agli avversari e infatti non se la lascia sfuggire, ridimensionando Scott Clements nello Stud (vincitore del Dealer’s Choice la scorsa settimana) e portandogli via quasi 1/3 dello stack.

Tuttavia Clements non demorde e qualche mano dopo recupera un po’ di terreno proprio su Sammartino, ma a questo punto il vantaggio in chip sul resto del tavolo gli consente di fare il bello e il cattivo tempo e, complice la presenza di 3 short stack quali Phil Galfond, Matthew Gonzales e Mikhail Semin, riesce ad aumentare il suo vantaggio trovandosi ad avere quasi il 50% delle chip in gioco.

Poche mani dopo arriva l’eliminazione di Phil Galfond e con 7 giocatori rimasti si decide di consegnare le buste per chiudere il Day3 a 7 left. Dario Sammartino si ripresenterà questa sera con oltre 5 milioni di gettoni, ovvero più del triplo delle chip di Craig Chait, secondo a 1.6M e spicci. Segue Scott Clements a 1.3M, mentre Greg Muller e Daniel Ospina si trovano appaiati in 4° e 5° piazza a poco meno di un milione. Chiudono Mikhail Semin e Matthew Gonzales con una manciata di big blind.

Appuntamento alle 21.00 di stasera per seguire l’atto finale del 10K Championsip HORSE con Dario Sammartino in pole per il braccialetto!

Ecco il count provvisorio:

Photo Credits- Pokernews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari