Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 25 Giu 2019

|

 

WSOP 2019: Sammartino c’è nel PP Championship, Guerrini e Bonazza avanzano nel Tag-Team

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2019: Sammartino c’è nel PP Championship, Guerrini e Bonazza avanzano nel Tag-Team

Area

Vuoi approfondire?

Dario Sammartino ci riprova ancora una volta. E l’occasione è di quelle speciali, considerando l’importanza del “$50.000 Poker Player Championship“, uno degli eventi più ambiti e difficili dell’intero schedule delle WSOP 2019. Il partenopeo passa al day 2 di questo torneo, in mezzo ad un field di grandissimi campioni. Strada lunga e irta di pericoli verso il bracciale, ma l’azzurro ha le skills per emergere nella volata.

Due “squadre” italiane passano al day 2 del “$1.000 Tag Team NLH“. La prima è quella capitanata da Michele Guerrini, la seconda è quella rappresentata da Morris Bonazza. Il torneo a squadre si conferma molto gettonato dai giocatori e dalla sua reintroduzione nel 2017, dopo 34 anni di assenza, ha sempre fatto registrare numeri pesanti. Infine nel “$1.500 Razz” si chiude l’avventura di Vito Burgio nel day 2, mentre al final day ci va la mai doma Jennifer Tilly, tallonata da Scott Clements.

 

Evento#54, (363 ingressi, $490,050, 15 left)

Il “$1.500 Razz” non vede la sperata rimonta di Vito Burgio nel corso del day 2. L’unico azzurro in gioco non trova la via dei premi ed esce ancor prima dello scoppio della bolla. In 127 sono tornati ai tavoli, sognano l’accesso alla zona “In the Money” riservata a 55 posizioni. Fra coloro che si avviano alle casse troviamo Michael Gathy (50°), John Cernuto (43°), Amnon Filippi (30°) e Adam Owen (21°).

Sono 15 i giocatori che completano il giro di boa e davanti a tutti c’è lo scatenato Andres Korn a quota 546.000 pezzi. Sarà lui l’uomo da battere nel final day. Field interessante, dove spuntano le sagome di Noah Bronstein (358.000), Jennifer Tilly (332.000), Scott Clements (330.000), Mike Ross (307.000), Harold Parker (268.000) e Robert Campbell (200.000).

La top 10

  1. Andres Korn 546,000
  2. Jean Said 469,000
  3. Christopher Kusha 401,000
  4. Noah Bronstein 358,000
  5. Jennifer Tilly 332,000
  6. Sergio Braga 331,000
  7. Scott Clements 330,000
  8. Mike Ross 307,000
  9. Grzegorz Wyraz 306,000
  10. Kevin Gerhart 273,000

Evento#57, (976 Team, $878,400, 258 team left)

Il “$1.000 Tag-Team NLH” fa ancora una volta il pieno di ingressi. Il torneo prevede che ogni squadra si composta da un minimo di 2 players ad un massimo di 5. Nel count viene indicato solo il nome del “capitano” del team che va a rappresentare anche gli altri giocatori. Ben 976 squadre si sono presentate ai nastri di partenza e sono 258 i team che rivedremo all’opera nel corso della prima giornata. Due le formazioni italiane promosse. La migliore è la truppa di Michele Guerrini.

Il player fiorentino, insieme ai suoi compagni, passa al day 2 con 146.800 gettoni nella busta. L’altra squadra è invece quella capitanata da Morris Bonazza: per loro uno stack da 61.100 con cui dare l’assalto alla zona premi. Quest’ultima è riservata a 147 posizioni: cash minimo di 1.498 dollari e prima piazza da 168.395 bigliettoni. Al comando del count troviamo la squadra di Jared Jaffee con 255.000 chips.

La top 10

1 Jared Jaffee  255,000
2 Martijn Gerrits 236,100
3 Michael Wang  197,000
4 Jeffrey Lutes 186,100
5 Aaron Soulliere  181,800
6 Andrew Brown  172,500
7 David Petrus  171,700
8 Aleks Dimitrov 170,400
9 Shaotong Chang  165,700
10 William Carlton  162,600

 

Evento#58, (64 ingressi, late aperte, 63 left)

Nel “$50.000 Poker Players Championship” lo spettacolo è assicurato. Un field composto da grandi campioni ha lottato per l’intero day 1 e fra questi c’è Dario Sammartino. L’azzurro con 293.900 gettoni passa al day 2, confermando di essere un top player di primissimo livello. Chiude al 30° posto nel count e dunque è ampiamente in partita in un torneo che si annuncia infinito. Sono stati 64 i giocatori che hanno accettato la sfida e solo un player ha mollato la presa. Ma si tratta di dati non definitivi, in quanto la late chiude alla ripresa dei giochi.

Josh Arieh è il leader dopo ben 11 ore di gioco e con 658.000 pezzi sbarca alla seconda giornata, guardando tutti dall’alto in basso. Prova a non perdere terreno Justin Bonomo. Il primo classificato nell’All Time Money List è secondo con 646.100. Nella sola top ten spuntano poi i nomi di Jared Bleznick (488.000) e John Hennigan (443.000). Ottime prestazioni anche per Stephen Chidwick (411.000), Isaac Haxton (410.200), David “ODB” Baker (369.700) e Phil Ivey (344.300).

La top 10 del day 1

1 Josh Arieh 658,000
2 Justin Bonomo 646,100
3 John Esposito 585,000
4 Mike Glick  521,000
5 Jared Bleznick  488,000
6 Prahlad Friedman 464,500
7 Adam Friedman 462,100
8 John Hennigan  444,300
9 Andrew Brown  436,600
10 Mikael Thuritz  411,500

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari