WSOPE 2019 – Quarto braccialetto per Moshe! Sammartino passa nel Mixed Championship | Italiapokerclub

Wednesday, Jun. 3, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Ott 2019

|

 

WSOPE 2019 – Quarto braccialetto per Moshe! Sammartino passa nel Mixed Championship

WSOPE 2019 – Quarto braccialetto per Moshe! Sammartino passa nel Mixed Championship

Area

Vuoi approfondire?

Prosegue lo show delle WSOP Europe di Rozvadov tra grandi nomi e qualche polemica sui troppi re-entry offerti nel programma.

Nelle scorse ore Phil Ivey ha un po’ deluso i fans mentre l’israeliano Moshe si è messo al polso il quarto braccialetto WSOP in carriera grazie al PLO/NL Hold’em Mix.

Nel frattempo il nostro Sammartino si schiera e avanza in un Mixed Championship da paura. Daniel Negreanu è solo uno dei tanti VIP del poker messi bene nel torneo. Ecco i dettagli…

 

Event #8: €25,500 Platinum High Roller NL Hold’em

Si è stoppato con 26 minuti ancora da giocare nel livello 24 il Day 2 di questo Platinum High Roller, dove ora restano in gara solo sei finalisti.

La prima moneta in palio ammonta a 596.883 euro e in testa al count troviamo l’australiano Kahle Burns seguito da Hossein Ensan, il campione del mondo che questa estate ha battuto il nostro Sammartino nel Main WSOP di Las Vegas.

Ensan era corto in bolla ma poi è riuscito a vincere ben quattro all-in contro Daniel Negreanu, risalendo il count. Negreanu è uscito quindi decimo. Nella zona dei premi si sono piazzati pure i braccialettati Robert Campbell (8°), Anthony Zinno (11°) e Christopher Frank (12°). Niente da fare per Phil Ivey nonostante la leadership di inizio giornata a 54 left. Ecco chi sono i finalisti:

 

Seat 1 – Timothy Adams, Canada – 9,650,000 (19 bb)
Seat 2 – Alex Foxen, United States – 7,200,000 (14 bb)
Seat 3 – Hossein Ensan, Germany – 22,000,000 (44 bb)
Seat 4 – Kahle Burns, Australia – 33,650,000 (67 bb)
Seat 5 – Abdelhakim Zoufri, The Netherlands – 5,500,000 (11 bb)
Seat 6 – Sam Trickett, United Kingdom – 4,975,000 (10 bb)

 

Event #9: €1,650 PL Omaha/NL Hold’em Mix

Sono bastate due giornate di gioco in questo evento misto per consegnare il braccialetto all’israeliano Asi Moshe, giocatore che già ne poteva vantare tre nella propria bacheca personale. Il terzo risale alle WSOP americane della scorsa estate dove ha vinto un Bounty NL Hold’em. Questa quarta gioia alle Series gli vale invece 97.465 euro di premio.

A caldo Moshe ha dichiarato: “È pazzesco, soprattutto considerando che io non gioco Omaha di solito. Solo un po’ online. Mi fa strano tenere quattro carte dal vivo. Ma i tornei di poker sono così. Ho giocato seguendo l’ICM e tutto è andato bene, però non sono di certo un giocatore di Omaha“.

L’ultimo colpo è stato però un colpo di NL Hold’em. Moshe l’ha spuntata sul danese Rasmussen con J10 contro QJ. Il board K-Q-8-9-6 ha regalato a scala Moshe.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Merito anche del tifo: “C’erano tante persone israeliane che sono venute qui a giocare e avevo tanti amici a tifare per me. Adesso mi manca molto mia figlia. Sono felice di tornare a casa da mia moglie Erga e mia figlia Mika“.

 

1° – Asi Moshe, Israel
2° – Kristoffer Rasmussen, Denmark
3° – Harout Ghazarian, Canada
4° – William Chattaway, United Kingdom
5° – Jakob Madsen, Denmark
6° – Erik Cajelais, Canada
8° – Quan Zhou, China
9° – Chris Ferguson, United States

 

Quarto braccialetto per Moshe (foto PokerNews)

 

Event #10: €25,500 Mixed Games Championship

Chiudiamo il report con il Day 1 di questo Championship da 1.000.000 di euro garantiti che è iniziato con quasi due ore di ritardo. Si sono giocati dunque otto livelli da un’ora ciascuno e di conseguenza la late reg resterà aperta ancora per due livelli nel Day 2.

Alle 15:00 si ripartirà con Benny Glaser e Ivo Donev in testa cl ount provvisorio. Al settimo posto spicca il nome di Daniel Negreanu. Ci sono anche Jeff Lisandro (con 1.160.000) e Shaun Deeb (221.000), ma soprattutto c’è il nostro Dario Sammartino con 1.001.000 di stack! Sammartino ripartirà dal tavolo 59 dove sono seduti anche il norvegese Tobias Leknes e il portoghese Joao Vieira.

Tra i bustati eccellenti possiamo citare Phil Hellmuth e Phil Ivey. Per la cronaca Ivey ha tentato pure un secondo proiettile ma è stato bustato da una doppia coppia di Donev in una mano di PLO nella quale era coinvolto anche Deeb. Hellmuth invece ha salutato nel penultimo livello dopo essere rimasto corto a causa di un bluff non riuscito contro Sam Higgs. Ecco la top ten dei superstiti:

 

Benny Glaser, gb – 2,475,000
Ivo Donev, at – 2,422,000
Anthony Zinno, us – 2,163,000
Robert Campbell, au – 1,742,000
Sam Higgs, au – 1,606,000
Joao Vieira, pt – 1,565,000
Daniel Negreanu, ca – 1,533,000
Dzmitry Urbanovich, pl – 1,394,000
Roland Israelashvili, us – 1,384,000
David “ODB” Baker, us – 1,325,000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari