Saturday, Jan. 29, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Nov 2021

|

 

WSOPE 2021 – Delusione azzurra al Colossus, Ricci e Camosci ci provano all’High Roller!

WSOPE 2021 – Delusione azzurra al Colossus, Ricci e Camosci ci provano all’High Roller!

Area

Vuoi approfondire?

Poteva essere una giornata da sogno, quella del bis per l’ItalPoker dopo il braccialetto vinto da Antonello Ferraiuolo nell’evento di esordio di questa edizione.

Invece alla nutrita truppa italiana in corsa al final day del Colossus non è andata per niente bene, come del resto ai tre azzurri schierati alla giornata conclusiva dell’evento Short Deck e a Nicola D’Anselo che ha chiuso in sesta posizione il tavolo finale a sei del Bounty Hunter.

Le note positive per l’ItalPoker sono arrivate dall’evento High Roller, con due italiani che sono riusciti a passare indenni il day 1. Vediamo subito nel dettaglio.

 

Ev. 5 – 550€ Colossus

Il Final Day del torneo da 550€ di buy-in ripartiva da 10 left con quattro italiani in corsa per il braccialetto cui si aggiungeva Zlatin Penev, ‘bulgaro99’ sulle poker room punto it, giocatore bulgaro da una vita residente nello Stivale.

Il tavolo ufficiale a nove si formava dopo quattordici minuti di gioco a seguito della eliminazione di Merijn can Rooij.  Alla seconda mano trovava subito l’eliminazione Gabriele Re, sfortunato in all-in preflop contro Andrea Ricci (AQ<KJ).

Dopo l’uscita di scena del greco Fotios Ntamaris è l’altro azzurro Aurelio Reggi a dire addio ai sogni di braccialetto:  Aurelio va all-in per 3bb da utg con J2 ma trova il reshove di Zlatin Penev con AQ e il call di Andrea Ricci con A9 e nessun aiuto dal board.

Al level up è lo stesso Penev a doversi avviare alla cassa per ritirare i 29.008€ di premio del sesto posto, dopo un all-in preflop con KQ in cui trova Edmond Jahjaga con coppia di re.

Ricci elimina Roman Krahula in quinta posizione, poi concede il raddoppio a Calzoni chiamando il suo all-in per 11bb con A8 (il romano ha AT), infine trova l’eliminazione in un colpo sfortunato in cui con AK perde contro A6 di Riadh Farhat che trova un trips di sei al turn.

La fase tre left inizia con l’unico italiano rimasto in gioco, Matteo Calzoni, fanalino di coda del chipcount. Poco dopo il player romano trova l’eliminazione mettendo tutte le sue chips al centro con JT per vederle andare da Edmond Jahjaga con AK.

Il testa a testa viene deciso in poche mani: nello spot decisivo il player kosovaro chiama l’allin di Riadh Farhat con A9, il francese gira KQ e viene giustiziato da un asso al turn.

Ecco il payout del tavolo finale:

1 Edmond Jahjaga Kosovo €147,775
2 Riadh Farhat Francia €91,318
3 Matteo Calzoni Italia €67,596
4 Andrea Ricci Italia €50,506
5 Roman Krahula Repubblica Ceca €38,095
6 Zlatin Penev Bulgaria €29,008
7 Aurelio Reggi Italia €22,302
8 Fotios Ntamaris Grecia €17,314
9 Gabriele Re Italia €13,574

 

Ev. 8 – €2,500 Short Deck

L’ultima giornata dell’evento dal poker ‘a mazzo ridotto’ ripartiva da 20 left con tre italiani in corsa per una delle quindici posizioni a premio prima e per la vittoria finale poi. Purtroppo gli azzurri sono tutti stati eliminati in rapida successione a inizio giornata.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il primo a cadere è stato Denis Martini  (AT<67 in allin preflop), seguito da Gianluca Marcucci e Luigi Pignataro. Il braccialetto alla fine è andato al francese Julien Martini che nel testa a testa finale ha regolato il tedesco Philipp Schwab.

Payout tavolo finale:

1 Julien Martini Francia € 60,009
2 Philipp Schwab Germania € 37,087
3 Emil Bise Svizzera € 26,182
4 Reto Herrmann Svizzera € 18,856
5 Brian Cornell Germania € 13,858
6 Christian Stratmeyer Germania € 10,399
7 Nicolas Bokowski Germania € 7,971

 

Ev. 9 – €1.100 Bounty Hunter

Il primo torneo con taglie di questa edizione World Series Of Poker Europe ha registrato 604 iscritti. Nella giornata conclusiva sono tornati i sei del tavolo finale, con l’italiano Nicola Di Anselmo in cerca di fortune da fanalino di coda del chipcount.

Purtroppo l’impresa tricolore non è riuscita: Di Anselmo ha trovato l’eliminazione nella primissima mano di giornata andando all-in con coppia di cinque per trovarsi dominato dalla coppia di sette di Sergiu Covrig. Proprio il giocatore rumeno si è aggiudicato il torneo regolando in heads-up il tedesco Michael Strauch.

Payout tavolo finale:

1 Sergiu Covrig  €79,282
2 Michael Strauch €49,006
3 Tim Novotny €34,452
4 Pablo Finini €24,627
5 Romain Le Dantec €17,905
6 Nicola D’Anselmo €13,243

 

Ev. 10 – 25.000€ High Roller

Nella giornata di ieri è partito anche il torneo più costoso di questa edizione WSOPE. L’High Roller da venticinquemila euro di buy-in ha registrato 52 entries. Al termine dei 12 livelli da 40 minuti di durata del day 1 sono sopravvissuti in 33.

Tra loro troviamo Andrea Ricci, in top ten del chipcount con uno stack di 54 bb, ed Enrico Camosci (foto in alto), che al termine della giornata di gioco ha imbustato 37bb. Meno bene è andata ad Armando D’Avanzo, tra gli eliminati del giorno così come Ole Schemion, Martin Kabrhel e Cristopher Puetz. A guardare tutti dall’alto in basso è lo statunitense Jordan Westmorland che guida un podio completato dai francesi Julien Martini e Johan Guilbert.

Ecco la top ten del chipcount:

POSIZIONE GIOCATORE PAESE CHIP COUNT BIG BLINDS
1 Jordan Westmorland Stati Uniti 3,715,000 186
2 Julien Martini Francia 2,240,000 112
3 Johan Guilbert Francia 1,845,000 92
4 Laszlo Bujtas Ungheria 1,465,000 73
5 Fahredin Mustafov Bulgaria 1,400,000 70
6 Tom-Aksel Bedell Norvegia 1,343,000 67
7 Jack Sinclair Regno Unito 1,278,000 64
8 Eelis Pärssinen Finlandia 1,077,000 54
9 Andrea Ricci Italia 1,076,000 54
10 Christophe Panetti Svizzera 1,026,000 51

 

Photo credits: Danny Maxwell – PokerNews

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari