Monday, Dec. 6, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 3 Ott 2017

|

 

L’inarrestabile ascesa di Yohan Guilbert: “Tre anni fa giocavo la 1-2€ su PokerStars.it, ora ho un atteso di 500k all’anno!”

L’inarrestabile ascesa di Yohan Guilbert: “Tre anni fa giocavo la 1-2€ su PokerStars.it, ora ho un atteso di 500k all’anno!”

Area

Vuoi approfondire?

Molti di voi, forse, faticheranno a ricordarlo.

Altri, invece, lo rimembrano eccome. Dalla sua esperienza a ‘La Maison du Bluff’ (La ‘nostra’ Casa degli Assi), prima come concorrente, poi come coach, passando per l’Italian Big Game, al suo costante impegno ai tavoli di PokerStars.it, dal NL200 a salire, a cavallo tra il 2014 e il 2016.

Yohan Guilbert, per tutti ‘Yoh Viral’, non è scomparso. Anzi. In questi ultimi due anni ha compiuto una scalata al limite dell’inverosimile, diventando a tutti gli effetti un regular high stakes, che macina migliaia di mani online ai massimi livelli per poi affrontare serenamente alcune delle partite di cash game più alte del globo.

Dopo averlo incontrato al Bellagio pochi mesi fa, abbiamo ricontattato Yohan per farci raccontare gli step che lo hanno portato a diventare il formidabile player che è oggi:

“Andiamo con ordine… 🙂 Dal 2011 al 2014 ho vissuto a Cagliari e ho giocato MTT online, mixandolo con il circuito live. Live giocavo perlopiù fuori bankroll, come la maggior parte dei giocatori, alla ricerca dello shot che mi facesse svoltare. Anni soddisfacenti, ma stressanti: i ritmi da Mtter online erano davvero molto serrati. Sentivo che non ero pienamente soddisfatto di quel che stavo facendo, non tanto in termini di risultati, quanto, piuttosto, ai ritmi di vita inevitabilmente subordinati ai palinsesti.”

Lo switch verso il cash game si rivela la svolta cruciale della sua carriera:

“A inizio 2014 ho dunque iniziato ad approfondire il cash game e dopo essermi trasferito a Malta, sono subito partito forte multiroomando ove possibile. Ho ridotto l’impegno live per concentrarmi sui tavoli online dal NL200 a salire. Quell’anno riuscii addirittura a fare 1.000.000 di VPP su PokerStars.it e non solo; raggiunsi il massimo dello Status VIP praticamente ovunque, su almeno altre 6-7 room. Giocare 12 ore al giorno, 7 giorni su 7, 80.000 mani al mese è un lavoro vero e proprio!”

Nonostante tutto, all’eclettico transalpino sembra non bastare:

“Dal 2014 a inizio 2016 sono riuscito a mantenere un profitto mensile tra i 15 e i 25.000€. Diciamo che avevo un atteso tra i 200/300.000€ anno. Eppure sentivo di poter fare ancora di più. La svolta è arrivata all’inizio dello scorso anno. Grazie a PMU [Skin di PartyPoker.fr] ho ottenuto una sponsorizzazione, che mi ha permesso di riavvicinarmi al contesto live. Ma oltre a qualche MTT ‘freerollato’, ormai la mia testa era totalmente predisposta al cash game e l’estate scorsa ho deciso di affrontare partite che un tempo non mi sarei potuto permettere.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Sia lo scorso anno, sia in questo 2017 appena trascorso, mixando Bellagio e Aria a Las Vegas e altri casinò in giro per il mondo, Yohan siede alla 25-50 o addirittura alla 50-100:

“A Vegas il field è tutt’altro che ostico, specie fuori dal periodo WSOP, e sono riuscito a fare un ottimo profitto, ma a differenza di quello che pensano in tanti, non è lì che mi sono costruito il bankroll; quello deriva dal fitto grinding online. Oltre alle partite oltreoceano, partecipo quasi sempre ai grandi eventi live griffati PokerStars. Gioco esclusivamente il Main, per il resto solo cash game. Recentemente ad una 50-100 a Barcellona sono riuscito a fare 100k in una singola sessione!”

yohan viral guilbert

Yoh Viral non si pone più alcun limite. Il suo atteso annuale, oggi, si attesta sui 500.000€. Avete capito bene: 500k:

A Montecarlo mi son schierato anche alla 150-300€, la partita più alta mai affrontata in vita mia. C’erano alcuni dei player più forti d’Europa e del mondo, da Kurganov a Sammartino, da Colman a Seiver, ma ero – sono! – certo di potermela giocare con tutti. In tavoli come questi affronti player con enormi skills, ma alcuni di questi non giocano online quanto me. E dal punto di vista tecnico, inevitabilmente, hanno qualche lacuna. Ad ogni modo certe partite partono solamente quando ci sono almeno 1-2 Vip, businessman o chi per loro, altrimenti sarebbe probabilmente -EV. E’ l’unica occasione in cui ho chiesto qualche quota per affrontarla, perché non ho il bankroll per giocarla regolarmente, ma se le cose continuano così…”

…La prossima meta non può che essere la Vegas d’Oriente:

“Da quel che so a Macao c’è una 120-240 che parte tutti i giorni. Lì è possibile trovare anche partite più alte, ma sono sostanzialmente private e servono conoscenze per poter partecipare. Non ci sono ancora mai stato, ma penso proprio che nei prossimi mesi affronterò anche questa eccitante trasferta!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari