Wednesday, Oct. 21, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 18 Ott 2020

|

 

New York New York: La Grande Mela nel deserto del Nevada

New York New York: La Grande Mela nel deserto del Nevada

Area

Quando si dice che a Las Vegas tutto è possibile, non si sta di certo esagerando. Una città frenetica ed elettrizzante, ma al contempo divertente e non caotica, dove gioco e l’adrenalina si inseriscono in contesti extra lusso, circondati da boutiques e party esclusivi. È una città ricca di contraddizioni poiché in lei convivono l’anima moderna di costruzioni avanguardiste e il fascino retrò dei neon, dei colori scintillanti. Las Vegas è sicuramente la sua Strip, ricca di attrazioni e novità, ma è anche Fremont Street, con i suoi giochi di luci e Hotel mitici come il Golden Nugget.

Il Paese dei Balocchi, nel cuore del deserto del Nevada, è anche un luogo dove si può passare da resort a tema come il Treasure Island, centrato sui bucanieri, pirati e avventure mirabolanti, a riproduzioni fedeli di monumenti simbolo di città  che si trovano dall’altra parte del Paese, o addirittura del Mondo: gli esempi in quest’ultimo caso non manco, e anzi, sono a ragione dei veri e propri fiori all’occhiello per Vegas, non si possono non citare il Venetian e il suo Canal Grande, con tanto di gondole e Campanile di San Marco, il Paris con la Tour Eiffel e l’Arc de Trionph, o il Luxor, con la sua imponente piramide. Per restare, invece, all’interno degli Stati Uniti, il New York New York ricalca lo spirito e gli edifici simbolo della Grande Mela.

Andiamo quindi a scoprire il New York New York Las Vegas.

 

New York New York Las Vegas Hotel and Casino

Al numero 3790, Las Vegas Boulevard South, nel sud della Strip, sorge il New York New York, un Hotel con casinò, interamente tematizzato per portare un po’ della Grande Mela nel cuore del Nevada, proprio di fronte all’ MGM Grand, a cui è collegato tramite un ponte sopraelevato.

Di proprietà della MGM Resort International, che gestisce tra gli altri il Bellagio e l’Aria, viene inaugurato il 3 gennaio del 1997, e completamente ristrutturato nel 2006.

Cona più di 2000 camere, arredate con uno stile essenziale e giovane.

Come si evince chiaramente dal nome, il tema del resort è New York, ed in particolar modo il suo skyline negli anni ’40: si possono con facilità individuare, infatti, le riproduzioni dell’Empire State Building e del Chrysler Building. Di fronte all’entrata dell’Hotel, poi, spicca la riproduzione della Statua della Libertà, oltre al ponte di Brooklyn e il Grand Central Terminal.

L’amore per questa città e i suoi dettagli si ripercuote anche all’interno della struttura, basti pensare che ogni area viene denominata con il nome di un quartiere simbolo di New York.

Lo spirito festante della città si unisce a quello elettrizzante di Sin City, dando vita a una vera e propria movida all’interno dei locali presenti nel resort: tra questi non si può non citare Bar at Times Square, dove si svolge il miglior piano bar della città, o il Pour 24, dove c’è solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda birre e alcolici; il ristorante più iconico è invece Gallagher’s Steakhouse, una vera steakhouse in stile Newyorkese dove un’ottima carne viene servita in un ambiente raffinato e rilassante.

A completare l’offerta, per rinfrescarsi dalla calura desertica, il New York New York offre una piscina –non particolarmente grande, ma tremendamente efficace- con cabanas e idromassaggio.

 

Casino

Fulcro di ogni resort di Las Vegas che si rispetti, anche il New York New York vanta un casinò di quasi otto mila metri quadrati, occupati da oltre 67 tavoli da gioco e più di 1500 slot e video poker con puntate che partono da 0.01 dollari.

Tra i giochi da tavolo si trovano i classici Black Jack, Free-Bet Black Jack, Craps, Roulette, Three-Card Poker, Ultimate Texas Hold’em, Let It Ride, High Card Flush, Mississippi Stud, Face-Up Pai-Gow Poker. Le puntate minime ai tavoli sono di 10 dollari. Per una precisa scelta aziendale (che fatichiamo tuttora a spiegarci) non esiste la Poker Room. Per l’Hold’em, tocca migrare al vicino MGM.

Una curiosità davvero unica è che i mazzi di carte usati nei tavoli hanno il seme del cuore sostituito dal simbolo della mela, per mantenere un legame costante con la città da cui il resort prende il nome.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Nei fine settimana, l’anima festaiola coinvolge anche il Casino: è infatti presente un Dj set che accompagna delle gogo dancer, che si esibiscono su un palco sopraelevato.

Fino a qualche anno fa era inoltre presente, all’interno dello spazio del Casino, l’ESPN Zone : un ristorante a tema sportivo con una enorme sala giochi: seguire gli eventi sportivi, qui, era tutta un’altra cosa.

Nella sala hight limit, oltre a un trattamento privilegiato riservato agli avventori, che comprende anche l’uso esclusivo di un bar, è assicurata una privacy assoluta.

A corredo dello spazio di gioco, si aggiunge una sala “Sportbooks”, dove scommettere su tutti i principali eventi sportivi.

Zumanity

Gli spettacoli del Cirque du Soleil sono molto più che semplici show: sono esperienze uniche, coinvolgenti, che trasportano lo spettatore in un’altra dimensione, avvolto da musiche, suoni e acrobazie straordinarie.

Zumanity, spettacolo resident al New York New York dal 2003, e presenta, per la prima volta in assoluto, caratteristiche più adulte, sensuali, che si discostano dal target familiare e politically correct che solitamente contraddistingue gli spettacoli del Cirque di Soleil. L’ingresso è infatti consentito solo ai maggiori di diciotto anni.

La scelta di orientarsi su atmosfere più sensuali ed erotiche è stata dettata dal fatto che il New York New York voleva mantenere un orientamento più fresco e alla moda, avvicinandosi a un target di clientela dinamico e giovane.

Il teatro che ospita lo spettacolo è organizzato come se fosse un vero e proprio cabaret, con divani e sgabelli, oltre alle poltroncine classiche.

I costumi dello spettacolo sono stati realizzati da Thierry Mugler, inserendo, pizzi, reti e piume, per accentuare ulteriormente l’atmosfera di sensualità.

 

Big Apple Coaster

Per restare in tema con le attrazioni giovani e dinamiche aggiungendo un pizzico di adrenalina in più, non c’è niente di meglio di un giro nelle montagne russe. In pieno stile Newyorkese, come non ricordare il parco divertimenti di Coney Island, a Brooklyn, celebre per i suoi rollercoaster?

La Big Apple Coaster, in questo senso, ne è una riproduzione fedele, che viaggia attraverso l’interno e l’esterno dell’Hotel. Avete capito bene: delle montagne russe che partono da dentro l’Hotel, escono e si impennano all’aria aperta attorno alla struttura dell’edificio, per poi tornare dentro dopo un giro da brividi.

Raggiunge una velocità di 108 chilometri orari, ad un’altezza di 55 metri dal suolo. Oltre alle vorticose evoluzioni, in queste montagne russe è stata aggiunta la realtà virtuale, per rendere la corsa ancora più emozionante.

La Big Apple Coaster è certamente una tappa fondamentale quando si visita Vegas, il costo poi è davvero accessibile, si tratta di meno di 20 dollari. Possibilmente lontano dai pasti.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari