Wednesday, May. 12, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 22 Set 2014

|

 

Stefano Terziani, runner up da 100.000$ alle WCOOP: “Gli italiani sono fortissimi, giocare su dotcom è +EV”

Stefano Terziani, runner up da 100.000$ alle WCOOP: “Gli italiani sono fortissimi, giocare su dotcom è +EV”

Area

Vuoi approfondire?

Italiani all’estero, seduti a un tavolo verde, sta diventando sempre più sinonimo di vittorie e risultati importanti.

Dopo l’exploit, nemmeno così sorprendente di Mustapha Kanit all’evento WCOOP High Roller 8-max da 10,300$ (in fin dei conti parliamo sempre del leader della classifica POY) e il braccialetto conquistato da Domenico Drammis all’evento 32, il 700$ NLHE Progressive Super-KO, all’evento 37, il $215 Rebuy NLHE, è arrivato il secondo posto di Stefano ‘easylimp’ Terziani, che dopo un deal a tre si è portato a casa un premio di $100.902.

Abbiamo raggiunto il toscano residente a Londra, che si è subito mostrato contento per il risultato ma anche stanco per la lunga maratona WCOOP:

“Sono molto felice del risultato ottenuto ma allo stesso tempo esausto visto che ho avuto poco tempo per riposarmi. Siamo nel bel mezzo delle WCOOP e chi si ferma è perduto. Mi rilasserò tra una settimana quando questa grande manifestazione online sarà finita.”

IPC: Come è andato questo torneo?

ST: Il torneo è iniziato in maniera insolita dato che mi sono iscritto all’ultimo minuto di late registration (proprio al 90′ ) e quindi non ho potuto adottare una strategia aggressiva in early stage, visto che il torneo proponeva per 90 minuti rebuys illimitati. Alla fine ho giocato come se fosse un torneo normale. Comunque il field era veramente stellare. Ho giocato quasi sempre deep facendo molte chips uncontested post flop e andando veramente poche volte all-in preflop. Ho chiuso il day 1 chipleader con 33 player left. Dopo due belle batoste nelle prime mani del day2  non mi sono perso di coraggio e ho reagito molto bene, senza tiltare e continuando a giocare molto focused. Mi sono ripreso molto bene e in quel momento ho pensato di potercela veramente fare. Da lì è iniziata l’ascesa verso il deal a tre. Mi è dispiaciuto non poter vincere l’HU finale e quindi l’ambitissimo braccialetto WCOOP, ma nel testa a testa sono stato super card dead e non ho vinto veramente uno showdown.

IPC: Il tuo bel risultato arriva dopo quelli di Kanit e Drammis. Pensi che all’estero stiano iniziando a temere i players italiani?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

ST: Sono contento che gli italiani stiano facendo molto bene in queste WCOOP e in genarale su dot com.  Non sono comunque molto sorpreso visto che in Italia ci sono ottimi giocatori che non hanno assolutamente niente da invidiare ai regular stranieri. Non credo che inizino ancora a temerci al 100%, dato che non giochiamo ufficialmente con la bandiera italiana ma con la bandiera del paese dove risiediamo per poter giocare legalmente sul .com. Ad esempio io e Bendinelli battiamo bandiera britannica, Rocco Palumbo e Domenico Drammis slovena e così via… Credo quindi che i reg del punto com non sappiano dell’esistenza di grinder italiani che stanno facendo bene in campo internazionale, con l’eccezione dovuta di sua maestà Musta e pochissimi altri.

IPC: Ormai i giocatori che decidono di trasferirsi all’estero per grindare sul .com sono sempre di più. Tu vivi a Londra da un po’: pensi sia stata la scelta giusta e quindi +EV per il tuo gioco?

ST: Sì, adesso c’è una bella comunità di giocatori italiani in quel di Londra: Bendinelli, Musta, Raffaele ‘raffibiza’ Sorrentino, Angelo Castelli, Claudio Della ragione, Favale, Clavio Anzalone e a breve si unirà a questo folto gruppo la stellina Gianluca Escobar alias ‘G.escobar88’. È veramente una macchina visto che è capace di aprire tutti gli MTT presenti in schedule dalle 3 di pomeriggio fino alla mattina del giorno seguente. Per me è stata sicuramente una scelta super +EV visti i risultati che ho avuto, ma soprattutto credo di essere migliorato decisamente giocando tutti i giorni contro i migliori players al mondo. Un gioco completamente diverso rispetto a quello del punto it e che dà molti più stimoli. Comunque è una decisione molto impegnativa, visto che cambiare paese richiede una grande apertura mentale, un bankroll veramente deep e un mindset perfetto visto che si può swingare veramente tanto, considerato il field numeroso e di qualità.

IPC: Impegni futuri?

ST: Giocherò gli ultimi eventi delle WCOOP di questa settimana poi mi riposerò un po’ visto che grindare più di 10 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, è veramente stancante. Poi giocherò l’EPT qui a Londra e a fine ottobre volerò a Macao per giocare l’Asian Poker Tour dato che ho vinto il ticket per il Main da 13k.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari