Tuesday, Nov. 19, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Feb 2015

|

 

Giovanni Rizzo e Kara Scott ambasciatori Tilt Events!

Giovanni Rizzo e Kara Scott ambasciatori Tilt Events!

Area

Vuoi approfondire?

La notizia è freschissima.

Nel pomeriggio Giovanni Rizzo e Kara Scott hanno ufficializzato su Facebook la propria collaborazione con Tilt Events, il marchio che promuove gli eventi nei due Casinò di Venezia.

I coniugi vestiranno un ruolo che intende essere un mix tra “ambassador” e consulenti di branding e comunicazione.

Abbiamo subito girato qualche domanda ad un’entusiasta “gioriz”, che dopo aver pubblicato un lungo post sul social network, ci ha spiegato in anteprima i motivi di questa scelta:

“Si tratta di un progetto ad ampio respiro, che stimolerà il nostro lato più creativo, con una progettualità importante. La scelta è stata resa semplice dalla grande solidità di Tilt Events, e dalla professionalità e piacevolezza delle persone che la gestiscono. Si è percepito immediatamente una grande sintonia, ci siamo sentiti subito in famiglia, ecco. Poi ovviamente ci stimola molto l’idea di lavorare insieme per la prima volta da sposati, avere un progetto comune da far crescere. Abbiamo un grande rispetto l’uno delle professionalità dell’altro, che sono tra l’altro molto complementari.”

IPC: Che obiettivi vi ponete assieme a Tilt Events?

GR: Passo per passo costruiremo qualcosa di grande, ma come per tutte le cose importanti, ci vorrà del tempo. Nessuno di noi ha fretta, ci prenderemo il tempo che ci serve. Come ti dicevo prima oltre al classico ruolo di ambassador, daremo una mano nel branding e nella comunicazione di Tilt Events, e ci cureremo più direttamente della “Tilt Poker Cup”. Ci inseriamo quindi in un contesto già ben collaudato, con grande umiltà ed in punta di piedi, e l’obbiettivo è semplicemente quello di soddisfare i giocatori che verranno a giocare i nostri eventi, fornendo loro un’esperienza quanto più possibile divertente e vicina alle loro esigenze. “From players, for players” sarà il nostro motto, quindi cercheremo per quanto possibile di ascoltare e dar voce direttamente ai giocatori stessi. Pian piano nelle prossime settimane alzeremo il velo sulle tante novità che metteremo in campo in questo senso. 

IPC: A livello di pubblico dove sta a vostro avviso la linfa vitale del poker live italiano: regular live/online, o piuttosto giocatori occasionali?

GR: Direi che in questo momento storico la cosa importante è trovare un prodotto, o meglio una serie di prodotti, che possano venire incontro a tutte le categorie : professionisti ed amatori, uomini e donne, grinders online e veterani dei live. Ecco quindi che avremo un’offerta di gioco che tenderà ad essere la più completa possibile, partendo dal Venetian Game passando per la Tilt Cup per finire con il festival del Poker di Venezia. Sia per quanto riguarda le fasce di buy in, sia all’interno dei festival stessi con un’offerta di side event importante e variegata.

IPC: In una recente intervista Kara ci ha detto che quando vede la comunicazione di un live incentrata esclusivamente sugli uomini lo trova anacronistico e fastidioso. Cercherete un maggior coinvolgimento del pubblico femminile ai vostri eventi?

GR: Come diceva giustamente Kara, il poker è un gioco per tutti. Targettizzare la pubblicità o l’ambiente di gioco in modo esclusivamente maschile è controproducente da tanti punti di vista: per l’idea piuttosto retrogada che si dà degli uomini, e appunto per il mancato approccio ai player femminili, che sono una fetta ancora fortemente inesplorata e potenzialmente gigantesca nel mercato del poker. Per noi si tratterà perlopiù di considerare il mercato dei poker player per quello che è: diversificato e multisfaccettato. Il nostro marketing parlerà ai giocatori direttamente, non a stereotipi un pò stantii e senza troppe distinzioni di genere, in un senso o nell’altro. Ascolteremo quello che vogliono, che a nostro avviso è una bella esperienza, magari con un added value interessante, e un evento ben organizzato e diretto con professionalità. Sembra un concetto di poker semplice, e in un certo senso lo è.

karoook

IPC: A vostro avviso che caratteristiche deve avere l’evento ideale per un giocatore di poker? Entrando più nel dettaglio: quale sarà il buy-in e la formula? Sarà una sorta di festival con tanti side? 

GR: L’evento “ideale” è un po’ una chimera: dipende sempre da quali giocatori stai cercando di coinvolgere, a seconda del target le esigenze sono molto diverse. Ecco perchè come dicevo prima struttureremo l’offerta di Tilt Events in 3 grandi fasce che coprono un po’ tutto il “range” del panorama pokeristico itlaiano: Il Venetian Game per i low buy-in, la Tilt Cup per i medium, e il Festival Del Poker di Venezia per la fascia high. Noi saremo operativi dalla prima Tilt Cup, che si svolgerà durante il ponte del primo maggio. Nelle prossime settimane diffonderemo il calendario completo. Un’attenzione particolare sarà posta sui side events, che saranno curati nei dettagli e che avranno un posto centrale nel nostro scheduling. E’ importante a nostro avviso il concetto di festival, che offre diversi buy-in ed esperienze di gioco, e in cui il giocatore che malauguratamente “busta” il main avrà a sua disposizione un’offerta variegata, cosicchè la trasferta sia godibile nella sua interezza. Dall’high roller in modalità 8 max, al knockout, passando per le “turbine” serali e arrivando ad un “experience” per chi si avvicina per la prima volta ai nostri eventi. Ci saranno poi un paio di “sorprese” nella creazione di format nuovi. Anche qui nelle prossime settimane scenderemo più nel dettaglio dello scheduling e delle varie iniziative che inseriremo in questa prima Tilt Cup del 2015.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari