Friday, Aug. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Ott 2018

|

 

“Non ho mai avuto margine di manovra!” Bendinelli sull’agrodolce quarto posto al Deepstack 6-max WSOPE

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Non ho mai avuto margine di manovra!” Bendinelli sull’agrodolce quarto posto al Deepstack 6-max WSOPE

Area

Vuoi approfondire?

Si è svegliato con circa 20.000€ in più nel portafoglio. Mica brutto, direte voi. Per Giuliano Bendinelli, però, il quarto posto nel 6-max DeepStack WSOPE è tutt’altro che un risultato da braggare:

“Nei due giorni precedenti – confessa – il torneo era filato via davvero liscio. Rischi ridotti ai minimi termini e colpi importanti che han tenuto. Arrivato al final table col terzo stack chiaramente speravo di far molto meglio. Al tavolo finale, però, sono stato davvero super card dead e non ho avuto praticamente mai margine di manovra. Dopo aver perso una blind war mi sono ritrovato sui 30x e non avevo dunque più alcuna possibilità di giocare, considerando le dinamiche ICM che intercorrono quando ci sono degli short al tavolo.”

A 5 left il genovese riesce a portarsi secondo in chips, chiamando con A-Q l’openshove di small blind con 8-10s.

“Grazie a quel colpo son salito secondo e francamente già pregustavo l’heads-up… Perlomeno top 3!”

Poco dopo arriva però la mano spartiacque del suo final table:

“Lo spot cruciale [foto copertina, ndr.] è davvero sick perché apre massive chipleader da bottone e flatta small. Tenendo conto delle dinamiche citate in precedenza (un 10x al tavolo) sono convinto che il range di flat di small blind sia larghissimo e comprenda dunque anche broadway che tendenzialmente shoverebbe sereno. Mi ritrovo con 5-5 da big blind e ritengo troppo profittevole lo shove rispettto al call. Sfortunatamente bottone passa e small blind mi fulmina con K-K. Credo di essere davvero sfortunato ad aver incrociato top range visto che a occhio e croce ha circa 80 combo che flat/folda e una dozzina (solo assi e kappa, le donne credo mai) con cui trappa.”

Rimasto con appena 6x, Bendi si ritrova in mano le dame e raddoppia immediatamente, ma lo spot seguente lo condanna.

“Apre bottone e non mi pare vero di avere coppia di 6 da small con 13x! All-in facile, ma ahinoi ha 8-8 e va lui.”

Smaltita la delusione il Giuliano nazionale non ha aspettato molto prima di scendere nuovamente in pista:

“Ieri notte ho giocato 10/25€ PLO… Tutto Braccio! 😀 Battute a parte una serie di Up&Down importanti ma alla fine ho chiuso praticamente even. Ora tornerò a concentrarmi sugli eventi WSOPE. Nonostante il quarto posto di ieri, con Rozvadov ho un buon feeling: sarà che non ci sono distrazioni fuori dal casinò, ma ho la sensazione di essere particolarmente concentrato. Anche nella mia prima apparizione qui riuscii a piazzare qualche bandierina. La trasferta, insomma, non è finita: ci sono ancora alcuni braccialetti in palio… E quelli fanno sempre davvero gola!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari