Friday, Mar. 22, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 12 Nov 2018

|

 

ICOOP Champion – Andrea ‘ANTIREGS87’ Crobu risorge: “A inizio anno ho seriamente pensato di quittare!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

ICOOP Champion – Andrea ‘ANTIREGS87’ Crobu risorge: “A inizio anno ho seriamente pensato di quittare!”

Area

Vuoi approfondire?

Lo abbiamo prontamente celebrato nel report mattutino. E francamente siamo molto contenti di poter tornare a scambiare quattro chiacchiere con lui.

Perché dopo un periodo davvero buio, Andrea Crobu si è tolto la soddisfazione di vincere l’evento #64 ICOOP per 9.047€.

L’Hyper non può di essere il torneo più tecnico del festival, ma in certi momenti ‘tutto fa brodo’. E quel pizzico di fortuna, magari utile per rilanciarsi, premia un audace come ‘ANTIREGS87‘.

“Sia negli Hyper che nei Turbo è fondamentale giocare al meglio quando si hanno 20-25x, poiché si possono vincere diversi pot uncontested prima che la struttura collassi. Le skills stanno nel fare all-in giusti e call giusti, poi ovviamente tocca incrociare le dita perché con l’incedere dei livelli saremo costretti a giocarci parecchie gire! In sostanza diciamo se si conoscono i range il resto è in mano alla sorte.”

Andrea ci ha dunque raccontato le fasi salienti della sua cavalcata:

“Ho triple-uppato subito T-T > A-K e A-Q poi ovviamente ho vinto alcuni flip, dei 60/40 e 70/30. Il capolinea sembrava giungere a 20 left quando perdo A-Q vs A-4 e mi ritrovo con appena 3bb. Lì, il miracolo: raddoppio con K-J contro K-K chiudendo scala. Subito dopo vinco un altro 70/30 e arrivo praticamente in average al final table.”

Al tavolo finale un altro colpo di scena spianerà la strada al grinder di Abbasanta:

“La gira decisiva arriva a 5 left quando decide di shovare da bottone 13 blinds con 89, big blind chiama con AA. Flop è A62. Sono già pronto ad alzarmi, ma un 5 turn e una Q river mi tengono in vita grazie a un rocambolesco split! Da lì in poi ho praticamente eliminato tutti io…”

andrea-crobu-tavolo-verde

Da sinistra a destra: Davide De Luca (chi scrive), Andrea Crobu, Stefano Atzei (Collaboratore IPC) e il grinder Mattia Agus.

Quasi spontaneamente, Andrea si lascia dunque andare a un’intima confessione:

“Vengo dallo swing più brutto della mia carriera. Ho commesso molti errori e stavo quasi per dire addio al poker, ma grazie ad una grande forza di volontà e al sostegno di alcuni veri amici sono riuscito a risollevarmi. MTT gioco solamente domenica e giovedì, per il resto mixo NL100/200/400 e negli ultimi 3 mesi i risultati sono più che incoraggianti. Nei tornei ho fatto tanti ITM e tantissime Deep Run, ma l’acuto doveva ancora arrivare. Mi mancava davvero tanto vincere un torneo. Fa davvero molto morale. Insomma ragazzi… Sono ancora qua!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari