Wednesday, May. 29, 2024

Storie

Scritto da:

|

il 14 Giu 2013

|

 

Un giocatore si siede al posto di Sammartino e gli dimezza lo stack!

Un giocatore si siede al posto di Sammartino e gli dimezza lo stack!

Area

Vuoi approfondire?

L’evento Stud ci sta lasciando una quantità di aneddoti non indifferente. Già al Day1 abbiamo visto come un giocatore aveva sbagliato non il tavolo e non il posto ma proprio il torneo da giocare. Oggi il protagonista della storia non è altro che il nostro caro Dario Sammartino, che ha vissuto certamente una delle storie più strane che si ricordino a un evento live.

Può capitare di sbagliare tavolo o posto a un torneo: i nervi, aver guardato male il posto assegnato… I motivi possono essere veramente tanti. Ma se si tratta di un Day2 sembra che possa anche capitare anche di sbagliare stack e di mettersi a giocare con quello di un altro player. È successo a Dario Sammartino, che arrivando leggermente in ritardo al Day2 si è trovato con Ivan Schertzer che non solo aveva le mani sul suo stack, ma che anche ne aveva sperperato mezzo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A quel punto risolvere la situazione è stata davvero difficile da risolvere e anche se certamente una grossa parte della responsabilità va data all’organizzazione che non controlla chi si siede a ogni tavolo, almeno il problema si è risanato in pochi minuti. In ogni caso, un altro caso da aggiungere alle tante critiche che l’organizzazione delle WSOP ha ricevuto quest’anno.

Dario ci spiegava in esclusiva così la situazione: “Solitamente non mi va di fare critiche e di lamentarmi, ma questi sono proprio degli incompetenti. Non solo non avevo il posto ma le mie chips invece di 20,6k erano 10k perché il giocatore che era al mio posto ha giocato con il mio stack“. Chiesto se gli avevano restituito lo stack giusto ci risponde: “Sì, sì, almeno quello. Ci hanno messo 10 minuti, hanno bloccato il gioco al mio tavolo e sinceramente non so da dove le hanno prese le chips che mi hanno dato“.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari