Della Tomma e la mano vinta senza carte al 5-10 del Venetian | Italiapokerclub

Saturday, Apr. 4, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 3 Lug 2014

|

 

Della Tomma e la mano vinta senza carte al 5-10 del Venetian

Della Tomma e la mano vinta senza carte al 5-10 del Venetian

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS – L’antefatto. Sono a Las Vegas da una settimana e ancora non mi sono seduto a un tavolo cash. Entro nella poker room del Venetian e vedo Marco Della Tommasina. Al Rio non si è ancora visto. Niente di nuovo per lui: da grinder cash, alla gloria ha sempre preferito i ‘soldi facili’. Vado subito a salutarlo.

Mi accoglie col sorriso sulle labbra: “Hai proprio la faccia di uno che si vuole sedere all’Omaha, vero? Dai dai andiamo…”

E’ logico che stia scherzando: sarei il suo pollo da spennare. Prima di sederci ai rispettivi tavoli parliamo un po’ del più e del meno. Ed è qui che Della Tomma se ne esce con una storia che ha dell’incredibile.

“Ti racconto questa, mi è capitata un po’ di tempo fa qui al Venetian. Sono le 4 del mattino e già ti faccio capire la situazione: tutti sfasciati e mezzi assonnati. Dal posto 4 al 6 al tavolo ci sono degli asiatici scuri… non coreani, per intenderci: pakistani o quella roba lì. Un giocatore da early position apre 40, flattano in 3. Io sono di bottone al posto 10, ho i Kappa e faccio tipo 180. Original raiser folda e mi chiamano i due asiatici scuri”

Il racconto prosegue. Il suo tono mi fa capire che me ne sta raccontando una bella davvero.

“Il flop è un fantastico 10-8-4 rainbow, però penso ‘ora mi guardo di che colore sono i Kappa’. Allora mentre faccio per prendere le carte mi accorgo che i miei Kappa non ci sono più… perchè non ho più le carte! In pratica la dealer prendendo le carte al posto 9 ha preso via anche le mie. Colpa mia eh, perchè avrei dovuto difenderle. In quel momento lì la prima cosa che mi viene da fare sarebbe chiamare la floorman per dirle ‘Ehi, questa dealer rincoglionita mi ha preso le carte!’. Ma sapendo che se chiamo il floorman ho perso il piatto assumo una postura da pro scazzato per non far vedere che non ho le carte: mi sdraio sul tavolo così, e mi metto le fiches a lato di un braccio”.

Marco mima la posizione assunta al tavolo. Sul momento non ho la macchina fotografica, ma appena lo ritrovo al Rio lo faccio mettere in posa perchè la dovete vedere anche voi.

Marco Della Tommasina_4762

Il racconto prosegue.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“L’asiatico mi donkbetta in faccia 280, al che io dico ‘Boh su 10 – 8 – 4 questo cosa ha?’ Premettiamo che io ho i Kappa… o meglio non li ho più, ma difficilmente li può avere lui. Tante volte può avere bilaterale o una top pair. Continuo a coprire la zona dove c’erano le carte con le braccia, con l’altra mano prendo le fiches e faccio così… allin! Il tipo ci pensa un po’ e dopo folda. La cosa bella è che mi chiede se gli faccio vedere le carte. Io rispondo ‘mah non credo, mi risulta difficile al momento…”

Fatico a trattenere le risate. Non è vero: non riesco proprio a trattenerle.

“Quando lui folda rimango sempre in posizione di pro scazzato. Mi arrivano i soldi e li prendo con una mano, spostando il braccio il minimo indispensabile. La dealer mi chiede dove sono le carte io le dico ‘guarda che te le ho già date, conta pure il mazzo, conta’.  Il tipo che ha foldato si incaglia e chiama la floorman… capirai, alle 4 del mattino sarà stata l’ultima delle riserve. Insistono che non ho le carte e io dico ‘ma no, ma come, anche solo quelle del board sono carte mie, nel senso che comunque compongono una combinazione. Io ho pushato, te hai foldato, cosa vuoi adesso?’ La floorman mi dà il piatto, sinceramente non so se da regolamento avevo ragione o no, però i soldi li ho presi…”

 

Guarda l’episodio di vegas2italy in cui Mustapha Kanit parla dei giocatori che si trovano ai tavoli cash di Las Vegas:

 

Foto di Futura Tittaferrante

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari