Tuesday, Jul. 5, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 Ott 2014

|

 

Il 22 ottobre la sentenza della Commissione Europea sull’operazione All In: per Carlo Braccini “esito positivo”

Il 22 ottobre la sentenza della Commissione Europea sull’operazione All In: per Carlo Braccini “esito positivo”

Area

Vuoi approfondire?

Ormai è ufficiale. Il tanto atteso pronunciamento della Commissione Europea sulla tassazione delle vincite ottenute dai giocatori italiani nelle case da gioco dei Paesi Membri dell’Unione arriverà il 22 ottobre nel corso di una udienza pubblica, come riporta l’Agenzia Agimeg.

La sentenza potrebbe rappresentare uno spartiacque decisivo per il poker italiano, dal momento che potrebbe mettere la parola fine all’operazione All In, avviata dalla Guardia di Finanza nel 2011 per recuperare presunte mancate imposte su vincite in case da gioco straniere.

I precedenti per il momento non sembrerebbero lasciare spazio a dubbi su quello che sarà il pronunciamento.

Dopo che la Corte di giustizia Europea ha giudicato illegittima la tassazione italiana, dopo il risarcimento ottenuto da Marco Figuccia e i tanti altri casi in cui l’operazione dell’Ade è stata screditata, la vicenda che ha coinvolto più di 150 poker player italiani potrebbe arrivare a conclusione.

La Commissione Europea è chiamata a verificare se la tassazione italiana imposta ai giocatori per vincite in casinò di Stati membri dell’Unione sia o meno in contrasto con il Trattato sul funzionamento dell’UE.

Fondamentalmente la questione è se in Italia vi siano stati motivi di ordine, sicurezza o sanità pubblica che abbiano consentito di derogare al divieto di doppia imposizione vigente in Europa.

Il pronunciamento della commissione potrebbe portare dei cambiamenti decisivi. Quasi sicuro di un esito favorevole ai poker player sembra il team pro Poker Club Carlo Braccini, anche lui chiamato in causa dall’Agenzia delle Entrate.

Via Facebook il giocatore umbro ha già proposto una bella cena tra tassati per il 23 ottobre, dichiarandosi più che pronto ad attingere alla sua cantina di vini pregiati.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Una telefonata con Braccini ci ha confermato il suo ottimismo:

Quello che posso dire riguardo la sentenza del 22 è che, avendo fatto ricorso tramite il consulente che mi difende in Commissione Tributaria, so qualcosa in anticipo – ci ha detto Carlo – Per adesso non voglio pronunciarmi, ma posso già affermare che l’esito sarà unico e buono per tutto il mondo del poker. Per il momento non dico altro e aspettiamo che giunga il 23

Una dichiarazione senza dubbio incoraggiante da parte di un personaggio assai noto nel movimento, che sembra allontanare uno spettro ben piantato nel nostro poker da tre anni a questa parte.

La pronuncia della Commissione Europea è stata richiesta dalla Commissione Tributaria Provinciale di Roma che doveva rispondere al ricorso di Cristiano Blanco e di un altro poker pro capitolino, cui l’Agenzia delle Entrate aveva chiesto il pagamento del 43% delle vincite di alcuni tornei giocati Europa

Dopo più di tre anni passati tra strascichi e rinvii, finalmente sembra che il sipario sia pronto per essere definitivamente calato.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari