Monday, Jun. 14, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Ott 2014

|

 

“Regolamentazione del poker live indispensabile anche per l’online” Le soluzioni di Carlo Braccini

“Regolamentazione del poker live indispensabile anche per l’online” Le soluzioni di Carlo Braccini

Area

Vuoi approfondire?

L’argomento è uno dei più discussi e dei più dolenti: sono infatti ormai cinque anni che in Italia i circoli live vivono al margine della legalità, senza che esista ancora una regolamentazione adeguata.

La situazione la conosciamo tutti ed è inutile parlare di cose che già sono state approfondite.

Ma per il team pro Poker Club Carlo Braccini ci potrebbero essere diverse strategie e soprattutto strade da percorrere per giungere a una soluzione che gioverebbe in modo enorme all’intero movimento pokeristico.

Il giocatore umbro ritiene infatti che anche il traffico online potrebbe risentire in positivo dell’apertura al poker live>:

“Se partiamo dal presupposto che le licenze verrebbero acquistate pagando un costo di 100.000 euro, i circoli che potrebbero permettersi una spesa del genere in Italia sono davvero pochi – dice Carlo – Per tutti gli altri il costo sarebbe senza dubbio troppo oneroso. A quel punto, secondo il mio parere, per sciogliere questo nodo dovrebbero intervenire le poker room online che dovrebbero acquistare direttamente le concessioni in modo da spalmare delle nuove sale live su tutto il territorio nazionale”.

IPC: E quali sarebbero, secondo te, i benefici che le poker room online potrebbero trarre dall’apertura di circoli gestiti direttamente da loro?

CB: Con questi nuovi circoli le poker room riuscirebbero a ottenere dei grossi benefici, perché da un lato potrebbero aprire delle vere e proprie scuole per formare nuovi giocatori, dall’altro troverebbero un buon metodo per fidelizzare nuovi player. Per certi versi era quello che noi pro facevamo un po’ di tempo fa con la prospettiva dell’assegnazione di queste concessioni, prima che tutto venisse bloccato nel 2009.

IPC: Quindi parli di una distribuzione delle sale live a livello capillare su tutto il territorio nazionale…

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

CB: Certo, parlo di una distribuzione capillare e ti faccio anche un esempio pratico. Se tutto questo dovesse avvenire in una regione come l’Umbria la cosa ideale sarebbe distribuire queste concessioni nelle principali città e cittadine, in modo da far nascere delle vere e proprie scuole sul territorio regionale. In questo modo noi pro potremmo dare vere e proprie lezioni di poker, magari con cadenza settimanale, e addirittura potrebbero intervenire gli stessi giocatori sponsorizzati a spiegare le tecniche, le strategie ed il modo di giocare sia nel live che nell’online.

IPC: Secondo te è proprio questa la via per portare nuova gente ad incuriosirsi del poker?

CB: Certo, in questo modo sono sicuro si che molta gente si avvicinerebbe nuovamente al poker, soprattutto quelli che sono incuriositi e che tuttavia rimangono ancora titubanti. Un altro buon metodo per dare una vera smossa all’ambiente potrebbe essere quello di dar vita a delle promozioni che possano far interagire il mondo del live con quello dell’online. Questa sarebbe senza dubbio un’idea interessante per portare alla fidelizzazione di nuovi giocatori.

IPC: Domanda cruciale a questo punto: arriverà mai questa benedetta regolamentazione sul poker live?

CB: Secondo me prima o poi si arriverà a questa soluzione, soprattutto perché le concessioni di cui parlavamo prima potrebbero rappresentare un introito importante per lo Stato. L’unico problema da aggirare, una volta legalizzato il poker live, potrebbe essere quello di monitorare in maniera ottimale i circoli. Dal mio punto di vista i mezzi ci sono, ma bisogna affrontare la questione a livello fiscale con un progetto valido, soprattutto se parliamo di evasione. In questo caso ci vuole il giusto deterrente per far sì che la situazione possa rimanere sotto controllo, senza prendere la solita piega ‘all’italiana’.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari