Saturday, Jun. 19, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 26 Gen 2015

|

 

Prendi i soldi e scappa: alla Bobby’s Room Todd Brunson vince cinque milioni in una sera ad Andy Beal!

Prendi i soldi e scappa: alla Bobby’s Room Todd Brunson vince cinque milioni in una sera ad Andy Beal!

Area

Vuoi approfondire?

Ricordate le partite High Stakes trasmesse nel format televisivo ‘Poker after Dark’ o le sessioni ‘Nosebleed’ di Alex ‘Alexonmoon’ Luneau e Sebastien ‘seb86’ Sabic riportate nell’omonimo documentario girato da Victor Saumont?

Bruscolini. Nulla a che vedere con la sfida Heads-Up giocata tra Todd Brunson – figlio del leggendario ‘Texas Dolly’ – e il milionario Andy Beal ai limiti 50.000$/100.000$. Roba da fantascienza, o quasi.

Perché la partita si è disputata per davvero, nella ‘Bobby’s room’ del casinò Bellagio  tra la notte dello scorso venerdì e le prime ore del sabato successivo, e il buon Todd è riuscito a portare la pagnotta che tradotta in dollari corrisponde alla modica cifra di 5.000.000$.

Sono pochi i giocatori amatoriali capaci di suscitare tanto clamore quanto Andy Beal, che tra imprese immobiliari e banche ha accumulato una fortuna nel corso della sua carriera lavorativa.

Il ricchissimo imprenditore texano non è nuovo a questo tipo di sfide, infatti tra il 2001 e  il 2004 sfidò in Heads-Up i migliori giocatori in circolazione a limiti pazzeschi – 100.000$/200.000$ – vincendo piatti da capogiro nell’ordine di milioni di dollari.

Le sue avventure sono riportate nel libro di Michael Craig intitolato ‘The Professor, the Banker, and the Suicide King: Inside the Richest Poker Game of All Time‘.

All’interno viene descritta una delle mani che ha cambiato la storia del poker moderno, ovvero il piatto più grosso mai vinto in una partita di Cash Game: 11.700.00$, conquistato proprio da Beal.

Nel 2006 ritornò al tavolo verde, stavolta per sfidare un gruppo di giocatori denominato ‘The Corporation’. Una squadra di mostri sacri del poker, formata da Ted Forrest, Jen Harman, Phil Ivey, Doyle Brunson e il figlio Todd. Dopo aver incassato oltre 13 milioni nelle prime partite tra il 12 e il 15 febbrario, arrivò il momento di incontrare Phil Ivey.

Tre giorni di fuoco per il milionario texano, che dal 21 al 23 febbraio riuscì a perdere quanto guadagnato contro gli altri player, dal momento che la partita si concluse con un passivo di 16.7 milioni. Al termine della stessa, Beal dichiarò che col poker aveva chiuso.

E invece era solo questione di tempo prima di rivederlo nuovamente in azione stavolta contro il solo Todd Brunson, grande amico di Max Pescatori sin dal 2001, come ci ha raccontato proprio ‘Il Pirata’ qualche mese fa.

Una partita che sarebbe dovuta restare segreta, ma che grazie alle notizie riportate da Kyle Loman è divenuta di dominio pubblico:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Andy Beal gioca in Heads-Up ai limiti 50K/100K contro Todd Brunson nella Bobby’s Room. Sto per perdere la testa”.

Ecco una foto ‘twittata’ dallo stesso Loman che ci mostra il suo punto di osservazione appena al di fuori dell’arena di gioco:

I due giocano soltanto con delle chip rosa da 25.000$ come scrive Loman in un tweet successivo:

“Tutte le chip sono rosa e valgono 25K. Todd ha 6 milioni e Beal 4. Se hanno davvero cominciato con 5 milioni, Todd dovrebbe essere sopra di uno al momento”.

E così, per tutta la serata Loman ha twittato quel che riusciva a carpire dalla sua postazione tutt’altro che privilegiata, fino al messaggio finale in cui annunciava la vittoria di Todd:

“Todd ha vinto 5 milioni, per stasera hanno concluso. Dopo il colpaccio di Todd, Beal ha lasciato la stanza”.

Loman ha promesso ai suoi seguaci su Twitter di tenerli aggiornati nel caso vi saranno nuove sfide nei prossimi giorni, e noi da bravi osservatori attendiamo eventuali sviluppi.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari