Monday, Oct. 3, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Mar 2015

|

 

Summit dei Tournament Director al Venetian: il mondo del poker online si ribella

Summit dei Tournament Director al Venetian: il mondo del poker online si ribella

Area

Nella prossima estate si terrà per la settima volta la biennale conferenza organizzata dalla Poker Tournament Director Association (Poker TDA), l’organizzazione che riunisce i direttori dei tornei di poker.

L’evento, annunciato come uno dei più interessanti mai organizzato dall’associazione, si terrà a Las Vegas durante il periodo delle World Series of Poker e, come ogni due anni, mira a perfezionare le regole adottate nei tornei e nei casinò di tutto il mondo. La convention è da sempre considerata come il punto di riferimento per le nuove direttive e le nuove tendenze del poker sportivo.

Grossi dubbi però sul luogo esatto dove si terrà la manifestazione.

Da sempre organizzato all’interno del Rio Casino, sede delle World Series, nel 2013 per l’ultima edizione ci si è spostati al Venetian, altro luogo simbolo della capitale del poker. Questo a causa degli eccessivi costi sostenuti al Rio nel 2011 e in virtù dell’accordo tra la poker TDA e il casinò delle gondole.

Il Venetian è stato costruito nel 1991 su idea di Sheldon Adelson, ora presidente del gruppo Las Vegas Sands. Adelson nel corso degli ultimi anni si è scagliato contro il poker online in un modo dai più considerato ipocrita visto il conflitto d’interessi che lo vede da un lato giustizialista nei confronti del poker online e dall’altro organizzatore di tornei e milionarie partite di cash game nei suoi locali.

Negli scorsi giorni uno dei fondatori della Tournament Director Association, Matt Savage, ha affidato a twitter l’annuncio di luogo e data del summit che si terrà nell’estate a Las Vegas, annunciando che la VII conferenza si terrà ancora una volta al Venetian nel weekend del 17 giugno.

savagetwitter#1

La notizia ha suscitato un gran clamore nel mondo del poker online americano con numerosi tweet dei professionisti americani a criticare la scelta di organizzare la conferenza nel casinò di proprietà di Adelson.

E’ nata anche un’accesa discussione sul forum americano two plus two, punto di riferimento d’oltreoceano per il poker, dove gli stessi moderatori sono intervenuti per censurare la scelta del board del TDA.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Una delle più aspre critiche è poi giunta da Alex Dreyfus, presidente del Global Poker Index e organizzatore del recente mondiale vinto dall’Italia, il quale si è offerto di coprire i costi della convention che si dovrebbero aggirare intorno ai venti mila dollari a patto che essa non venga celebrata all’interno del Venetian.

Sembra infatti che la decisione di riorganizzare il summit lungo i canali di proprietà di Adelson sia ancora una volta puramente economica.

Essendo la Poker TDA un’associazione volontaria senza scopo di lucro non si può permettere i costi per l’accoglienza a Vegas di circa 300 persone e Adelson è stato l’unico a concedere gratuitamente le proprie sale.

Sul forum americano è presto intervenuta Linda Johnson, uno dei membri del consiglio direttivo dei direttori di torneo, la quale ha spiegato che nei primi dieci anni sono stati loro stessia coprire tutte le spese e che numerose sono state le richieste ai vari casinò di Vegas per avere quanto meno uno sconto sulle tariffe. L’unico veramente disponibile in tal senso è stato però Adelson.

La Johnson ha anche difeso pubblicamente Matt Savage e ha annunciato che sarà proprio Alex Dreyfus a coprire parte dei costi e che quindi il board dell’associazione potrà ora cercare nuove soluzioni.

Cambia quindi opinione e difende Savage via twitter anche lo stesso Dreyfus, il quale ha dichiarato che Savage è da sempre uno dei più grandi sostenitori sia del poker live che di quello online.

dreyfuspokertda

Sembra dunque passata la bufera se è vero che Savage stesso presto annuncerà probabilmente una nuova location (e forse delle nuove date) per il summit dove potrebbero essere riscritte alcune regole del poker, a cominciare dalla possibile introduzione dello shot clock visto di recente alla Global Poker Masters.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari