Sunday, Aug. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 23 Giu 2015

|

 

WSOP – Top 40 per Treccarichi nel 1.500 $ NL Hold’em; Perati si arrende nell’Extended Play e Miniucchi avanza nell’Omaha

WSOP – Top 40 per Treccarichi nel 1.500 $ NL Hold’em; Perati si arrende nell’Extended Play e Miniucchi avanza nell’Omaha

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS: Un solo braccialetto assegnato nella notte a Las Vegas. I fari sono tutti puntati sul Players Championship che vede ancora in gara molti campioni, mentre gli italiani tentano la fortuna nei tornei low buy in.

Evento #45 1.500$ No Limit Hold’em (entries 1.655 – montepremi 2.234.250 $)

Field di tutto rispetto per questo evento settimanale delle WSOP e prima moneta che tocca i 424.577$.

E ancora una volta gli italiani si comportano bene nel day 1 di questi eventi low buy in. In particolare Walter Treccarichi chiude la sua giornata con 78.800 gettoni nei primi 40 del count provvisorio.

Passano al day 2 anche Silvio Crisari con 43.100 chips, Alfonso Amendola (24.000), Eros Nastasi (23.600) e Fabrizio Nolano (22.900).

Torneranno in 260 domani per lo scoppio della bolla: saranno infatti 177 i giocatori premiati.

Parecchi i giocatori di nome impegnati. Tra questi non riescono però a imbustare le proprie chips Greg Merson, Stephen Chidwick, Ryan Riess, Tony Dunst, Greg Raymer e Liv Boeree.

Passano invece al day 2 Jason Koon (84,200), Carlos Mortensen (53,200), Olivier Busquet (53,000) e Fedor Holz (47,700).

Tutti con buone possibilità ma ben lontani dal chipleader, lo statunitense Brayden Fritzshall che ha chiuso la sua busta con all’interno 194.700 gettoni.

Passa al day 2 anche Faraz Jaka, il quale però rimpiange le vecchie strutture delle World Series degli anni passati, nei quali passare al secondo giorno di gara significa essere automaticamente a premio.

faraz jaka tweet

Evento #43 50.000$ THE POKER PLAYERS CHAMPIONSHIP (entries 84 – montepremi 4.032.000 $)

Il torneo delle stelle, secondo per buy in solo al One Drop, attira alla fine 84 giocatori. Si iscrivono infatti all’inizio del day 2 altri 7 giocatori di spessore per arrivare così a un totale di oltre 4 milioni di montepremi.

Tra i 7 iscritti al day2 troviamo Todd Brunson, Stephne Chidwick, runner up ieri nella vittoria del quarto bracciale di Max Pescatori, Mike Gorodinsky e Joe Cassidy.

Alla fine del day 2 rimangono ancora in gara 47 giocatori , quindi più della metà. Tra i playero out troviamo Huck Seed, Jonathan Duhamel, Phil Hellmuth, Daniel Negreanu e il due volte braccialettato in questa edizione Brian Hastings.

Chipleader è ancora Scott Seiver, che dopo aver chiuso in testa il day 1, è davanti a tutti anche al termine del secondo giorno nonostante una giornata da montagne russe.

seiver tweet

Dietro di lui troviamo Abe Mossari (657.400) e Matthew Ashton (607.000), ma due da tenere d’occhio sono il leader del Player of the Year Paul Volpe e Jason Mercier, entrambi in average.

volpe mercier

Bene anche Mike Gorodinsky (488.000), Michael Mizrachi (361.500), Jean Roberte Bellande (312.800) e Phil Galfond (255.200).

Il day tre definirà probabilmente i dodici giocatori che riceveranno un premio minimo di oltre 87.000 dollari, mentre per decretare il vincitore dei 1.270.086$ della prima moneta sarà necessario il day 4.

payout players championship

Evento #42 1.500$ No Limit Hold’em Extended Play (entries 1.914 – montepremi 2.583.900$)

Niente da fare per Muhamet Perati che entra nella top 100 di questo particolare torneo ma si deve arrendere a causa di uno sfortunato showdown in 99 esima posizione per un premio di 3.927$, eliminato subito dopo Andy Frankenberger.

Torneranno invece in 26 domani per contendersi questo braccialetto e soprattutto i quasi 500 mila dollari di primo premio.

Davanti a tutti il braccialettato inglese Barny Boatman con 1.152.000 chips seguito a breve distanza dal brasiliano Duarte (1.075.000) e dall’ucraino Metalidi (1.065.000) che ha vissuto un vero e proprio rush nell’ultimo livello di giornata passando da ultimo nel count provvisorio alla top 3.

Ancora in gara anche se short Yevgenyi Timoshenko (226.000), così come Konstantin Puchkov (367.000) e April Facey (498.000).

Non ce l’hanno invece fatta come il nostro “SuperMario” Perati, Antonio Esfandiari, uscito per colpa di un cooler, Jonathan Little e Mark Radoja.

Evento #40 1.000$ Seniors No Limit Hold’em Championship (entries 4.193 – montepremi 3.773.700 $)

E’ Travis Baker il Championship dei seniores. Cinquantenne manager di Tulsa, Baker ha messo in fila oltre quattro mila giocatori e si è assicurato 613.466$.

travis baker

Per Baker non è solo il primo in the money alle World Series, ma è anche il suo solo secondo evento della carriera, dopo un torneo giocato nel 2007.

La rapidità con cui Baker, partito chipleader, ha sbaragliato la concorrenza in questo tavolo finale è stata incredibile. Gli sono infatti bastate 124 mani per eliminare tutti e la fase 3 handed è stata qualcosa di incredibile. Nella mano 123 ha eliminato in terza posizione Jim Hopperstead con AA e poi nella mano successiva ha sconfitto il runner up Carl Torelli floppando flush draw mentre il suo avversario si presentava allo showdown con top two pair.

Questo il payout del final table, che ha visto la rapida eliminazione in ottava piazza del November Nine Steve Gee.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

final table seniors

Evento #42 1.000$ Super Seniors No Limit Hold’em (entries 1.533 – montepremi 1.379.300 $)

Finisce il secondo giorno dedicato agli over 65 e in 25 torneranno domani per contendersi il bracciale.

In 171 sono andati a premio e tra questi non ci sono nè Dan Harrington nè Pierre Neuville. Bandierina invece piazzata dal chipleader del day 1, Henry Hannigan, che si deve però accontentare della 96esima piazza per 2.386 $.

Miglior sorte ha avuto Berry Shulman che finisce trentunesimo per un premio di 6.332 $.

Il chipleader però all’imbustamento è Wayne Knyal con 779.000 $ al primo itm alle World Series, seguito da lontano da Jon Andlevec (652.000) e Charles Havens (644.000). Più staccati tutti gli altri giocatori tra cui spicca la presenza di Perry Green (3 braccialetti) e Rod Pardey.

Evento #45 1.500$ No Limit Hold’em (entries 1.655 – montepremi 2.234.250 $)

Field di tutto rispetto per questo evento settimanale delle WSOP e prima moneta che tocca i 424.577$.

Torneranno in 260 domani per lo scoppio della bolla: saranno infatti 177 i giocatori premiati.

Parecchi i giocatori di nome impegnati. Tra questi non riescono però a imbustare le proprie chips Greg Merson, Stephen Chidwick, Ryan Riess, Tony Dunst, Greg Raymer e Liv Boeree.

Passano invece al day 2 Jason Koon (84,200), Carlos Mortensen (53,200), Olivier Busquet (53,000) e Fedor Holz (47,700).

Tutti con buone possibilità ma ben lontani dal chipleader, lo statunitense Brayden Fritzshall che ha chiuso la sua busta con all’interno 194.700 gettoni.

Passa al day 2 anche Faraz Jaka, il quale però rimpiange le vecchie strutture delle World Series degli anni passati, nei quali passare al secondo giorno di gara significa essere automaticamente a premio.

faraz jaka tweet

Evento #46 3.000$ Pot Limit Omaha (entries 682 – montepremi 1.861.860 $)

Termina a notte fonda il day 1 del torneo di Omaha 6 handed che ha visto la partecipazione di 682 giocatori, dei quali solo 154 sono riusciti a imbustare delle chips.

Dopo 10 livelli di gioco chipleader è il russo Arseniy Makhaev (213.700), seguito da Bjorn Wiesler (185.700) e Ilya Krupin (183.500).

Ottima prova di Ashton Griffin (168.300) ed Erick Lindgren (150.700), che sembra aver messo per ora da parte i problemi di bancarotta.

Passa il taglio anche un italiano, Marcello Miniucchi, il quale chiude in settantacinquesima posizione con 60.000 gettoni e ci aveva già rivelato anni fa la sua passione per il gioco con 4 carte.

Altri giocatori che passano al day 2 sono Yuval Bronshtein (95.700), Rob Mizrachi (82.800), Martin Finger (98.200), Mohsin Charania (112.500) e l’ex campione del mondo Joe Hachem (43.000) .

Non ce l’hanno invece fatta tra gli altri Connor Drinan, Jonathan Duhamel, Shaun Deeb, David Benefield, Brian Rast, Huck Seed, Greg Merson, JC Tran, Noah Schwartz, Jason Sommerville e Bryn Kenney.

I players ritorneranno oggi per giocarsi un succulento payout, con 78 posizioni a premio:

payout omaha

EVENTI DEL 23 GIUGNO

Evento # 42 – Extended Play No Limit Hold’em 1.500$

Evento # 43 – Super Seniors No Limit Hold’em 1.000$

Evento # 44 – The Poker Players Championship 50.000$

Evento # 45 – No Limit Hold’em 1.500$

Evento # 46 – Pot Limit Omaha 6 Handed 3.000$

Evento # 47 – No Limit Hold’em 2.500$

Evento # 48 – Seven Card Stud 1.500$

Se vuoi vivere e commentare in diretta con noi le World Series partecipa all’evento Facebook dedicato alle WSOP!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari