Friday, Dec. 9, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Giu 2015

|

 

WSOP – Due italiani al Final Table: ma il sogno per Perati e Terziani svanisce a 7 left. Bracciale a Wittmeyer.

WSOP – Due italiani al Final Table: ma il sogno per Perati e Terziani svanisce a 7 left. Bracciale a Wittmeyer.

Area

Evento #55: $1.500 50/50 No Limit Hold’em (entries 1.123 – prizepool $1.516.050)

Una percentuale così alta di italiani a 3 tavoli left in un evento WSOP probabilmente non c’era mai stata nella storia degli eventi del Rio.

A 27 left infatti potevamo contare ancora su tre nostri rappresentanti per la caccia al braccialetto dell’evento che ha premiato la metà degli iscritti.

I nostri tre alfieri rispondono ai nomi di Walter Treccarichi, Muhamet Perati e Stefano Terziani.

Assieme a loro a combattere rimanevano però giocatori del calibro di Dominik Nitsche e Matt Affleck su tutti.

Walter Treccarichi purtroppo si è dovuto arrendere abbastanza presto.

Per lui eliminazione da parte di un altro italiano Stefano Terziani anche se la mano in cui il suo stack è crollato è stata giocata in precedenza contro un avversario straniero e gli sarebbe valsa una delle prime posizioni nel count.

Nella mano dell’eliminazione Cesarino trova sulla sua strada Terziani con AK che gli prende gli ultimi 9 bui rimasti.

Poco prima era uscito Nitsche in un classico coin flip proprio con Matt Affleck il quale volava in vetta al count proprio in compagnia dell’azzurro Perati.

Il torneo scorreva liscio per gli italiani fino alla composizione del final table e ciò voleva dire che due azzurri erano seduti a un tavolo finale delle World Series.

Purtroppo però ben presto Stefano Terziani si trovava corto e doveva mettere in gioco tutte le sue chips con AT e trovava sul grande buio proprio l’altro italiano ad aspettarlo con 99.

Ancora una volta uno scontro fratricida che vedeva questa volta prevalere Perati visto il board J7677 e Terziani era out in ottava posizione.

Perati sfortunatamente poco dopo era badbeattato in un colpo contro Braband che lo avrebbe mandato tra i chipleader del torneo. La coppia di donne di “Mario” era scoppiata da KJ dell’avversario che chiudeva colore di fiori più alto al river.

Così dopo la pausa cena ben presto Muhamet Perati si trovava corto con poco più di 10 bui ma trovava un insperato double up quando il suo KT prevaleva sul KQ di Matt Affleck, ancora una volta sfrotunato. Era un fantastico T al turn a dar il piatto al nostro portabandiera.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

mano perati vs affleck

Il torneo di Perati finiva nonostante questo presto complici due mani ravvicinate.

Nella prima trova Mukul Pahuja che lo domina con JJ. Per Perati solo 66 e stack che scende a 350.000 con bui 20.000/40.000.

Poche mani dopo Perati va all in con JT ma trova Derek Gomez con AK. Un K a faccetta non regala neppure l’emozione di un possibile raddoppio e Muhamet Perati si deve accontentare della settima piazza e di un premio di 23.650$.

Usciti i due italiani rimangono solo giocatori statunitensi al tavolo e bastano tre livelli per decretare il vincitore.

Matt Affleck esce ben presto in sesta posizione così come Braband in quinta.

L’azione viene presto catalizzata da Derek Gomez e dopo gli out di Pahuja e Ping Liu si arriva velocemente all’heads up proprio tra Gomez e Brandon Wittmeyer.

Il testa a testa conclusivo è lungo e logorante fino alla mano decisiva in cui Gomez si presenta allo showdown con AT, dominato dall’AQ di Wittmeyer.

Il flop, beffardo, porta TK2, ma dopo l’inutile turn 2, la Q al river ribalta la situazione e consegna il braccialetto a Brendon Wittmeyer.

Questo il payout del tavolo finale.

payout ft italiani

L’Italia è andata veramente vicina al colpaccio e ancora una volta rimane qualche rimpianto per le comunque ottime prestazione dei nostri azzurri.

Vivi e commenta le avventure azzurre sulla pagina facebook dell’evento WSOP.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari