Tuesday, Jul. 5, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Giu 2015

|

 

WSOP – Jonathan Duhamel vince l’High Roller For One Drop! Terzo Colman, Hellmuth sesto

WSOP – Jonathan Duhamel vince l’High Roller For One Drop! Terzo Colman, Hellmuth sesto

Area

Vuoi approfondire?

46 giocatori hanno ripreso i loro posti alla partenza del day 2 di questo High Roller for One Drop, uno degli eventi più attesi della schedule WSOP di quest’anno.

Mentre purtroppo nessuno dei quattro azzurri iscritti è riuscito a superare la fine della prima giornata, il vincitore del One Drop 2014 Daniel Colman è ripartito in testa al chipcount seguito a breve distanza da altri nomi di spicco quali Sorel Mizzi e Phil Hellmuth. Un field d’elite per un torneo d’elite.

I giocatori cominciano a darsi guerra fin da subito, con l’eliminazione di David Peters, Craig McCorkell e Lawrence Greenberg in pochissimi minuti dall’annuncio dello shuffle up and deal.

Jason Somerville, Jason Koon, Justin Bonomo, Erik Seidel sono alcuni dei nomi usciti prima dello scoppio della bolla, al termine della quale rimangono in corsa 16 giocatori, tutti ITM.

Il primo ad uscire a premio è il tedesco Max Altergott, che esce 16° per $251.653 a causa di un cooler AQ contro AK di Ben Sulsky, che con un board liscio conquista il piatto e vola chipleader.

joseph-cheong

Al quindicesimo posto si arrende Joseph Cheong che non riesce a far valere il suo KQ contro l’A9 di Daniel Colman e vince $251.653. Nel frattempo Phil Hellmuth dà spettacolo e con A8 chiude un full di 8 con 5 che gli permette di eliminare in un colpo solo Doc Sands con AK e Talal Shakerchi con K6.

Dopo l’uscita di Byron Kaverman invece arriva il turno di Brian Hastings, che cerca il trappolone limp-pushando con AA sul raise di Bill Klein, che snap-calla con 77. Il board però aiuta Klein: 654 3 T e per Hastings non c’è nulla da fare. Undicesima posizione e $332.593 per lui.

John Racener e Andrew Lichtenberger escono poco dopo, vincendo entrambi $390.875 e lasciando agli altri 8 giocatori lo spazio per il final table ufficiale.

Il primo a separarsene è Sergey Lebedev, ottavo per $466.970 dopo un colpo con AQ contro AK di Bill Klein. Il QJ3 al flop sembra indirizzare la mano verso il double up, ma il turn interrompe le speranze con un T che lascia Lebedev con la sola possibilità di split, non concretizzata all’ultima carta.

Il settimo posto ($565.864) è per Anthony Zinno, che parte in vantaggio con AK contro AQ di Duhamel, che pesca una Q al turn che gli vale il piatto.

phil hellmuth

 

Poco dopo esce in sesta posizione Phil Hellmuth, che pur avendo giocato un ottimo torneo fin dall’inizio ed avendo cominciato questa giornata di contese con la marcia giusta, lentamente vede erodersi lo stack, finché il suo A4 non si arrende definitivamente ai cowboys di Dan Perper KK.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Lo stesso Dan Perper esce in quinta posizione dopo essersi destreggiato in un tavolo 5-handed molto dinamico e competitivo. Il premio da $873.805 gli viene consegnato a seguito di un push dal bottone con KT dopo il raise di Daniel Colman, che lo chiama e lo domina con AT. Board liscio e nulla da fare.

Daniel Colman poi prende anche lo stack di Ben Sulsky, floppando colore con A7 e rendendo inutile la doppia coppia runner-runner dell’avversario con 87, che esce in quarta posizione e vince $1.118.049. 

Purtroppo per l’ultimo vincitore del Big One for One Drop la fase 3-handed non dura a lungo. Dopo il limp di Duhamel, Colman pusha con KJ, ma il repush di Bill Klein sembra pericoloso, e Klein infatti mostra un AA che gli vale la vittoria. Daniel si dovrà accontentare della medaglia di bronzo e di un premio da $1.544.121.

jonathan-duhamel

L’heads-up tra Jonathan Duhamel e Bill Klein non sembra poter avere esiti diversi. Jonathan vince quasi ogni mano mettendo in seria difficoltà Klein, che a parte un paio di effimeri tentativi di ripresa, non trova il modo di superare il suo avversario.

L’ultima mano della contesa vede Duhamel aprire da BTN 1.200.000, 3-bet di Klein per 3.600.000 e Jonathan annuncia l’all in. Bill sembra indeciso sul da farsi, ma dopo mezzo minuto di riflessioni annuncia il call con KJ, cascando male contro il KK di Duhamel. Il board cade J95 A 4 ed i giochi si chiudono.

L’ex-businessman William Klein conquista un argento da $2.465.522, soldi che forse non fanno la differenza per uno come lui ma sicuramente la fanno per chi ne ha bisogno. Bill dimostra di esserne pienamente a conoscenza e decide di donare la vincita interamente in beneficenza.

E così per Jonathan Duhamel arriva, dopo cinque anni da quella meravigliosa vittoria nel Main Event 2010, il secondo braccialetto in carriera che gli vale $3,989,985 e alza l’ammontare delle sue vincite in carriera a quasi 17 milioni di dollari!

chipcountonedrop2015

 

 

Vivi e commenta le avventure azzurre sulla pagina facebook dell’evento WSOP.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari