Friday, Sep. 24, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Lug 2015

|

 

“Cheating al Main WSOP tra un dealer e un giocatore!” Jessica Dawley accusa su Twitter, le WSOP indagano

“Cheating al Main WSOP tra un dealer e un giocatore!” Jessica Dawley accusa su Twitter, le WSOP indagano

Area

Vuoi approfondire?

Oltre ai tanti record, e al doppio braccialetto del Pesca per noi italiani, questa edizione delle World Series of Poker passerà agli annali come quella delle polemiche e delle accuse.

Dopo il presunto cheating al 10.000$ HU, il multiaccounting online del doppio braccialettato Brian Hastings, le polemiche sulle nuove carte ufficiali della kermesse, le accuse di soft-play a Melanie Weisner, anche il Main Event appena arrivato al Day 4 conosce un episodio quanto meno discusso.

A lanciare l’accusa su Twitter è stata la giocatrice Jessica Dawley, faccino angelico ex pro del team 888 che vanta una lunga sfilza di itm live, tra cui anche un 41° posto all’EPT Sanremo 2010.

Il messaggio affidato ai social network dalla giocatrice, con tanto di video che mostra quel che è successo, è introdotto da parole che non lasciano spazio all’interpretazione:

“C’è stato un caso di cheating al Main Event WSOP tra un giocatore e un dealer! E’ inaccettabile!”

 

Secondo quanto scrive la player, il video è stato girato dalla moglie del giocatore che ha perso il piatto filmato.

Nelle immagini si vede chiaramente che il dealer, dopo la bet river di questo giocatore (va da sè, amico della Dawley), fa vedere al tavolo l’ultima carta di quelle nel muck (foldate dai giocatori al tavolo), un Asso, mentre sembra intento a sistemare il cinturino dell’orologio.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ecco il fermo immagine del momento incriminato. asso mazzo dealer cheating main wsop

 

A quanto pare dalle informazioni che sono circolate finora, sul board c’era almeno un Asso, e stando a quanto asserisce la Dawley, la vista di quella carta avrebbe convinto il secondo giocatore coinvolto nella mano a chiamare vincendo il pot.

In pratica vedendo quell’Asso il giocatore avrebbe deciso per il call vincente.

La denuncia della giocatrice ha già avuto una vasta eco. Sul suo status Twitter sono intervenuti Scott Baumstein e altri giocatori.

Ma soprattutto è intervenuto il td WSOP Ty Stewart annunciando che le World Series indagheranno sul caso:

Nei prossimi giorni seguiremo da vicino la vicenda per farvi sapere gli sviluppi delle indagini.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari