Monday, Sep. 28, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 18 Lug 2015

|

 

WSOP – Pierre Neuville, un 72enne al final table del Main Event!

WSOP – Pierre Neuville, un 72enne al final table del Main Event!

Area

Vuoi approfondire?

Tra i fantastici nove che si ripresenteranno a novembre per il final table del Main Event WSOP c’è anche “Piero”.

Stiamo parlando del belga Pierre Neuville, player da oltre 2.000.000$ di vincite in tornei live (9 ITM alle World Series per un totale di 591.460$ messi in cassa), che in questo 2015 è riuscito a coronare il sogno che ogni poker player nasconde nel cassetto.

Neuville è un november nine… a 72 anni suonati! Definirlo vecchia volpe pare quasi un eufemismo: Pierre è diventato per distacco il player più anziano di sempre ad entrare nella ristretta elite dei “november nine”: dal 2008 ad oggi il player meno giovane presente nell’atto conclusivo del Main Event è stato Steve Gee, nono classificato nel 2012.

Altro che young guns e grinder dell’online, il poker riesce ancora una volta a sorprenderci, ricordandoci che l’esperienza al tavolo vale tanto, certamente più di un’accurata size di cold 4-bet.

A tal proposito, emblematico uno spot giocato da Neuville a 2 tavoli left nel quale il belga riesce magistralmente a limitare i danni: dopo il limp da Utg di Steinberg, Neuville fa altrettanto da hijack con AJ, checka Chan da big blind.

Sul flop 9107, checka il bb, betta Steinberg e chiama solo Neuville. Turn Q, check-check. River 8, checka Steinberg e checka dietro (!) Neuville, costretto a muckare la sua scala alla vista di KJ del suo avversario, che esterrefatto esclama: “How did you check that back?!” (Come hai fatto a checkare dietro?)

Dopo essere stato addirittura chipleader al termine del day5, Neuville ripartirà dunque al tavolo finale con il terzo stack del lotto: 21.075.000 chips. E siamo certi che punterà dritto al braccialetto, trofeo che lo catapulterebbe di diritto nella hall of fame di questo splendido giochino.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Nonostante sia il player con più vincite in carriera tra i nove contendenti, a Neuville è sempre mancato l’affondo decisivo: runner-up nel 5.000$ 6-max delle WSOP 2014, runner-up all’EPT di Copenaghen nel 2011 e ancora runner-up all’EPT di Vilamoura nel 2009.

Qualora dovesse chiudere nuovamente al secondo posto, Neuville spodesterebbe quantomeno Davidi Kitai dal tetto della all-time money list belga.

Che il Main Event non sia “roba da ragazzini” lo testimoniano anche le performance di William Wachter, secondo player più anziano di sempre a partecipare al torneo dei tornei, e Neil Blumenfield, 62enne di San Francisco che a novembre siederà proprio al fianco di Neuville nel tavolo dei sogni.

Decenni al tavolo da poker, ma non solo: le fortune di Pierre arrivano infatti da un altro giochino che tutti conosciamo.

Come ricordato bene quest’oggi anche da Dario De Toffoli su “Il Fatto quotidiano“, a cavallo tra gli anni ’70 e ’80, Neuville ha infatti fondato una ditta di giochi, tra cui il Subbuteo, venduto poi alla Hasbro nel 1982. Neuville è dunque diventato vicepresidente della Hasbro Europe, e per anni è stato costretto a limitare la sua passione per il gambling, stridente con la sua carica.

Ma dal 2008, anno in cui è andato in pensione, Pierre è tornato in pista proprio durante l’esplosione del Texas Hold’em ed è riuscito a far valere le sue abilità, accresciute esponenzialmente grazie anche all’allenamento con i giochi da tavolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari