Tuesday, Jan. 18, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 16 Ago 2015

|

 

Il Borgata si difende dal contrattacco di Ivey: “Le carte sono state distrutte come da regolamento”

Il Borgata si difende dal contrattacco di Ivey: “Le carte sono state distrutte come da regolamento”

Area

Vuoi approfondire?

Il botta e risposta tra il Casino Borgata e Phil Ivey non è ancora giunto al termine.

Tutto ebbe inizio nel 2012, quando Phil Ivey vinse 9,6 milioni di dollari ad una partita privata di Baccarat al Borgata, nella quale Ivey avanzò alcune richieste tra le quali utilizzare carte di marca Gemaco con il retro viola, avere un dealer che parlasse cinese mandarino e potersi fare accompagnare dall’amica Cheng Yin sun; tutte le richieste vennero accolte.

La riscossione delle vincite però venne negata da parte del casinò, che accusò Ivey e Sun di aver sfruttato il cosiddetto “edge sorting”, ovvero aver approfittato di un difetto di fabbricazione delle carte per ottenere un vantaggio nei confronti del banco.

Infatti le carte di marca Gemaco hanno il retro asimmetrico, e pare che Cheng abbia comunicato al dealer di mescolare determinate carte in senso inverso alle altre, in modo da poterle riconoscere anche coperte.

Il Borgata successivamente citò Ivey in giudizio per 12,4 milioni di dollari, ma Ivey poche settimane fa rispose con una contro-denuncia da dieci milioni di dollari per aver distrutto consapevolmente i mazzi incriminati, ritenuti materiale indispensabile per portare avanti il processo, ed inoltre che il Borgata sarebbe stato perfettamente al corrente del difetto di queste carte.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il casinò in questione si è difeso rispondendo che i mazzi sono stati distrutti o donati ai clienti come spesso si usa fare seguendo le pratiche comuni dei casinò, e rendendo così praticamente impossibile il ritrovamento di quegli specifici mazzi.

Inoltre pur essendo consapevoli che alcuni mazzi di carte di marca Gemaco hanno dei difetti di fabbricazione, il Borgata ha ricordato che le suddette carte sono approvate dall’ente statale che si occupa di regolamentare e controllare il gioco.

Nella conclusione della risposta, il Borgata fa notare che tutti gli atti fraudolenti del caso sono stati compiuti da Ivey e Sun, e che di conseguenza non possono chiedere risarcimenti in quanto il mancato pagamento delle loro vincite è solo la conseguenza delle loro azioni.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari