Friday, Feb. 21, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 19 Ago 2015

|

 

“Scommettiamo che picchio più forte io?” Rissa con prob-bet da mezzo milione per Doug Polk e David Sands

“Scommettiamo che picchio più forte io?” Rissa con prob-bet da mezzo milione per Doug Polk e David Sands

Area

Vuoi approfondire?

Nel tempo i giocatori professionisti di poker hanno dimostrato chiaramente di essere affezionati a prob-bet e affini. E non solo per quanto riguarda il gioco al tavolo verde.

Dalla buca in un colpo di Phil Ivey alla dieta di Ted Forrest, passando per la casta astinenza (mancata) di Antonio Esfandiari, finora pensavamo di averne viste davvero di tutte…

Oggi Doug ‘WCGRider’ Polk e David ‘Doc’ Sands hanno spostato l’asticella un po’ più in là, arrivando a scommettere ben mezzo milione di dollari su chi uscirà vincente da una rissa tra i due (risse che di quando in quando possono capitare anche tra i tavoli verdi).

A comunicare di aver ricevuto il guanto di sfida dall’avversario è stato il giocatore cash high stakes statunitense sul suo profilo Twitter. La cosa è freschissima visto che il ‘cinguettio’ risale ad appena due ore fa:

Rispondendo ai seguaci che gli chiedono le modalità esatte della sfida Polk spiega di essersi accordato con Sands per un orizzonte temporale più lungo, non sentendosi in forma per affrontarlo nel giro di 24 ore. 

La scazzottata avrà dunque luogo entro sei mesi in modo che entrambi i contendenti si possano preparare fisicamente al meglio.  

Secondo voi arriveranno davvero a mettersi le mani l’uno sull’altro, o come sospettano tanti nella community statunitense la rissa tra Polk e Sands non avrà mai luogo?

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari