Friday, Aug. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Ott 2015

|

 

Main WSOP review: Butteroni tra flame e nice fold, mano da circo in 5-way!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Main WSOP review: Butteroni tra flame e nice fold, mano da circo in 5-way!

Area

Vuoi approfondire?

A 20 giorni esatti dal final table che incoronerà il nuovo campione del mondo di poker, ESPN  ha pubblicato l’undicesimo e dodicesimo episodio della sintesi dedicata al Main Event WSOP 2015.

Un day6 pieno di emozioni con il nostro Federico Butteroni protagonista a più riprese.

Nel primo, complesso spot, che lo vede protagonista, Federico flatta da bottone con 1010. Il flop recita 27J e il “Buttero” chiama la c-bet 2/3 pot di or. Al turn scende un 7 e Clinger decide di andare all-in per 2.050.000 chips su pot da 1.330.000.

Federico entra in the tank, gli viene chiamato il clock, ma alla fine opta per un saggio fold. Oppo aveva AJ!

Poco dopo il romano si ritrova nuovamente impegnato in uno spot borderline con pocket pair. Questa volta è Federico ad openraisare con 9-9, ma dopo il flat di Hinds, Alexander Turyansky decide di andare direttamente all-in. Federico dovrebbe investire il 75% del suo stack e dopo una lunga riflessione viene nuovamente sollecitato dal clock avversario. Butteroni passa stizzito: “Ma tu lo sai che mano ho? Come puoi dire che ci metto troppo a decidere? Le decisioni a questo punto del torneo sono decisive, e voglio prendermi tutto il tempo possibile per fare la scelta corretta!”

Turyiansky scuote la testa e si assicura il pot con AK.

Effervescenze italiche a parte, ecco che la clip dedicata all’episodio 11 ci regala uno spot che definire sick è riduttivo.

Siamo 40 left e su blinds 50.000-100.000, il tedesco Hein apre da Utg+1 con AK. Peters flatta da mp con 78, ma Kearney decide di tribettare da bottone con AA. La parola passa al chipleader provvisorio Zvi Stern, che dopo aver sfoderato un’aggressività a dir poco esuberante sin lì, decide sorprendentemente di foldare 99. La parola passa dunque a Clinger che da big blind si ritrova QQ e decide di andare all-in per 1.400.000 chips. Hein repusha 1.450.000. Peters passa, Kearney snappa.

Flop 656. Turn 9!

E avete ancora il coraggio di tirare in ballo i server? 🙂 Stern avrebbe chiuso full nuts, Peters addirittura scala colore! E in un torneo low buy-in online siamo piuttosto certi avremmo assistito ad un comodo showdown in 5-way per il più rocambolesco degli scoppi.

Ad ogni modo il river è un ininfluente 2 che regala monster pot e chipleading a Tom Kearney.

Per rivedere le due clip, ecco il link con tutti gli episodi pubblicati sinora!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari