Friday, Aug. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Nov 2015

|

 

Joe McKeehen, il campione antipatico: “Non mi interessava apparire bene in TV, ero lì per vincere un torneo…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Joe McKeehen, il campione antipatico: “Non mi interessava apparire bene in TV, ero lì per vincere un torneo…”

Area

Vuoi approfondire?

Ha meritatamente vinto il Main Event WSOP, ma Joe McKeehen non ha certo brillato per la sua ‘attitude’ al tavolo, poco apprezzata sia dai colleghi sia dalla comunità pokeristica.

Un po’ di invidia è sempre pronta a venire fuori in occasioni simili, certo, però c’è da dire che Joe non ha fatto nulla, specie nei tre giorni di final table, per farsi ben volere da quel pubblico che fa caso a tutto ed è pronto a colpire quando non ha di fronte a sé l’ideale di campione che vorrebbe.

Su forum americano ‘twoplustwo’, appunto, è stato aperto un thread con un sondaggio su quale degli atteggiamenti del neo-campione del mondo abbia maggiormente innervosito.

Tra le cinque opzioni ha vinto ‘abbigliamento e look in generale’, votato dal 47.51% degli utenti.

McKeehen, a dirla tutta, non è stato risparmiato su nulla dai frequentatori del sito, visto che ne sono scaturite ben undici pagine di post quasi sempre critici, esclusa qualche rara voce fuori dal coro.

E’ intervenuto poi lui stesso, scrivendo col nickname ‘isuxatpokerbad’, con un lungo post in cui ha cercato di chiarire la situazione, provando a togliersi così un po’ di antipatia di dosso.

“Volevo dare l’impressione – ha spiegato Joeche quello fosse il mio tavolo e che gli altri avrebbero dovuto usare denti e unghie per cercare di prendere qualcosa. Il mio parlare aveva lo stesso obiettivo, o di farmi apparire più stupido di quanto sia realmente. Ho anche fatto molte smorfie al pubblico tra una mano e l’altra. Hanno riso più spesso di quanto avessero fatto prima. Mi stavo divertendo. Non mi interessava di come apparissi in televisione, ero lì per vincere un torneo di poker, non per convincere le persone che la mia vita è a posto, in ordine. Sono stato dietro anche al mio look, ho comprato magliette sportive! Ho seguito la tradizione vincente di Merson e Riess. Un consiglio: indossatene una se diventerete November Nine e la vostra equity avrà automaticamente un’impennata”.

Per chiudere il capitolo, McKeehen spende anche due parole su quella run amica che ha fatto apparire tutto piuttosto semplice per lui.

“…e si, ho runnato in modo ridicolo sopra EV per tutto il tempo, già da luglio. Mi veniva da ridere per come stavo runnando, in fondo quasi non riuscivo a tratternermi. La quantità di mani forti che ho ricevuto mi ha spiazzato”.

Vi ha convinti?

 

Foto: Joe Giron.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari