Thursday, Jul. 7, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 19 Feb 2016

|

 

Musta sulla GPL: “Io nei Rome Emperors? Dipende dalle strategie di Max!”

Musta sulla GPL: “Io nei Rome Emperors? Dipende dalle strategie di Max!”

Area

Vuoi approfondire?

A pochi giorni dal Draft GPL l’attesa cresce spasmodica.

I “Rome Emperors” di Max Pescatori avranno il privilegio di poter essere i primi a scegliere tra i 203 giocatori che si sono resi eleggibili per la competizione.

I rumors sembrano lasciare spazio a pochi dubbi: chi meglio di Mustapha Kanit come uomo squadra per una franchigia italiana?

Il manager milanese ha provato a non sbilanciarsi del tutto, ma diversi indizi fanno pensare che la scelta ricadrà proprio sul nostro giocatore più rappresentativo, visti i recenti risultati ottenuti in campo internazionale, ultimo l’high roller EPT di Dublino di pochi giorni or sono.

Il ragazzo da oltre 6.000.000$ di vincite in tornei live è però rimasto a sua volta piuttosto abbottonato riguardo questa eventualità:

“Non so se verrò scelto alla prima assoluta dai ‘Rome Emperors’ – rivela Musta –, tutto dipende dalle strategie che ha Max e come vorrà strutturare il team.” 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Insomma, un alone d’incertezza resta visto che “The italian Pirate” ha dichiarato di essere particolarmente stuzzicato dall’idea di poter scegliere giocatori come Jason Mercier o Jonathan Duhamel.

Kanit sembra comunque non patire alcun genere di ‘ansia’ da prima scelta assoluta e si dimostra piuttost confident qualora dovesse attendere qualche turno prima di sentire pronunciato il suo nome:

“Se non fossi selezionato dalla franchigia azzurra, credo proprio che verrò pickato dai ‘New York Rounder’ del mio amico Bryn Kenney. Se anche lui avesse un plan diverso, potrei venire adocchiato dai ‘Berlin Bears’ di Philipp Gruissem. Staremo a vedere.”

Ad ogni modo, se l’obiettivo principale del Pesca è quello di avere almeno due alfieri azzurri in squadra, l’ultimo annuncio della GPI potrebbe portare a improvvisi cambiamenti strategici: al termine del draft, difatti, i manager delle franchigie potranno infatti scegliere un quinto player, una vera e propria wild card, che non deve dunque necessariamente rientrare tra i player top 1000 GPI.

Alcune indiscrezioni trapelate in queste ultime ore fanno pensare che Max, anche in virtù del codice etico professato come principio cardine ai fini delle scelte, stia valutando di selezionare Luca Moschitta per completare il proprio team.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari