“Hai fatto un bluff pessimo, ridammi i soldi!” Quotista di Carrel al 21k SCOOP chiede di essere risarcito | Italiapokerclub

Saturday, Mar. 28, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 27 Mag 2016

|

 

“Hai fatto un bluff pessimo, ridammi i soldi!” Quotista di Carrel al 21k SCOOP chiede di essere risarcito

“Hai fatto un bluff pessimo, ridammi i soldi!” Quotista di Carrel al 21k SCOOP chiede di essere risarcito

Area

Vuoi approfondire?

Nel tempo le quote dei tornei di poker hanno originato una sorta di mercato parallelo.

Scambiare quote con altri giocatori (swappare) è uno dei modi più comunemente usati per ridurre l’incidenza della varianza, comprarle è invece un investimento che può rivelarsi ben fruttuoso, o che comunque dà il senso di partecipazione a un evento pur non giocandolo.

Ma non sempre compravendite e/o scambi di quote vanno a buon fine, in particolare se l’investitore si sente defraudato dei suoi soldi: ad esempio quando ai suoi occhi il giocatore su cui ha investito ha mantenuto linee poco sensate.

E’ esattamente quanto successo a un quotista che aveva comprato a Charlie Carrel il 10% del 21k$ High-Roller Scoop-24-h [8max].

Il talento britannico è stato il secondo giocatore eliminato del torneo in uno spot che il quotista ha postato sul forum 2+2 con il nickname ‘XTYME’ per sentire i pareri della community.

Ecco la mano incriminata:

Apre OTBRedbaron da bottone, Carrel tribetta K-Q da small blind e poi chiama la 4bet dell’avversario.

Flop AK8

Carrel leada half pot, l’avversario chiama.

Turn banana no cuori, di nuovo half pot Carrel, nuovo call.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

River lampone no cuori, Carrel allin, OTBRedbaron tank-chiama con Asso-Kappa.

Dopo qualche parere della community interviene lo stesso Carrel:

“Eravamo con 250bb di stack, il call preflop alla fourbet forse è un po’ loose, ma non è così malvagio. Ho chiesto a diversi giocatori veramente forti e ho ricevuto pareri contrastanti. Non dico che sia stata una buona giocata da parte mia, ma neanche che non lo sia stata. Le analisi che leggo in questa discussione sono risibili. Di solito non prendo l’iniziativa in un 4bettato su un board con AK. Ma avevo le mie ragioni e credo che il mio sia stato un thinking process sensato, anche se forse non corretto. Avresti potuto chiedermelo, invece di chiedermi indietro i tuoi soldi”

Carrel incolla quindi la richiesta di risarcimento ricevuta dal quotista:

“Un mio amico mi ha detto di chiederti di essere risarcito. Dice che sia il peggior bluff mai visto nella sua vita, che non sei mai forte leadando 3x su quel board. Siccome tu hai i milioni e io al confronto sono un poveraccio, ho pensato di poter tentare la sorte e vedere se i miei dollari possono tornare indietro :-)”

La richiesta ovviamente non ha avuto un suo seguito. Anzi, è stata giudicata decisamente fuori luogo da tutti i partecipanti alla discussione:

“Chiedere un risarcimento è abbastanza ridicolo. Se vai alle corse dei cavalli e punti su un cavallo, non vieni risarcito se il cavallo fa qualcosa da tard…”

E’ solo uno dei tanti commenti di critica alla richiesta del quotista. Che la prossima volta, probabilmente, prenderà più precauzioni prima di investire 2.100$ di tasca sua per il torneo giocato da un altro.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari