Sunday, Dec. 6, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 15 Giu 2016

|

 

Doug Polk commenta la faida con Jason Mercier: “Non vedo perché reagire così sui social, ho il diritto di dire ciò che mi pare”

Doug Polk commenta la faida con Jason Mercier: “Non vedo perché reagire così sui social, ho il diritto di dire ciò che mi pare”

Area

Vuoi approfondire?

Se c’è una cosa che è sicura su Doug Polk è che il forte cash gamer non le manda assolutamente a dire.

Ricordate quando Doug ha sparato a zero su tutti (o quasi) gli MTTer in circolazione accusandoli di essere scarsi, o comunque non forti come l’opinione pubblica vorrebbe?

Quel giorno è nato un putiferio: Musta a volte gioca piatti terribili, Holz bravino, Mercier così così… Mercier così così? Uno dei giocatori dal maggior successo al mondo? (cosa peraltro appena riconfermata).

Con quella frase Polk si è spinto un po’ troppo in là, e sono arrivati i rinforzi: “Don’t touch famiglia” e Mustapha Kanit lo sfida ad una crossbet che si risolve in un nulla di fatto.

Però assieme a questa sfida pokeristica si è scatenata una quasi infantile social-battle su Twitter, nella quale Polk ovviamente non è rimasto con le mani in mano.

Doug ha spiegato in diretta su Twitch e successivamente su Youtube il suo punto di vista, a volte facendo ingenuamente il finto-tonto: “Non capisco perché tutto questo prendermi di mira, non ho detto nulla di offensivo!” 

Un tweet che recita “Quote del $21.000 di Mercier a solo 93 centesimi. Offerta a tempo limitato!” effettivamente non è un’offesa, ma c’è dell’evidente ironia, che Polk giustifica con “Non sto dicendo che Jason sia una cattiva persona, sto solo facendo un’offerta di business! Posso dire quello che voglio, ho il diritto di farlo.”

Doug approfitta della diretta quindi per andare a dire la sua su ogni tweet comparso nel flame, proprio a dimostrare di avere ragione.

Jason scrive: “Molti mi continuano a dire che Polk mi ha accusato di essere un pessimo reg… Resta inchiodato ai tuoi cash ‘solo online‘, io resto inchiodato ad ogni altra forma di poker. Oh e possiamo crossbettare ogni torneo di NL che ti interessa, tu e la tua crew di ‘donatori’ ai MTT live” 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Polk risponde tagliente come sempre: “Trovo che non sia corretto… ho vinto qualcosa come 5 milioni live e non solo: ho anche già affrontato Mercier agli 8-game online e gli ho portato via circa $100.000. Comunque non so perché abbia preso questa piega, ho solo espresso il mio parere.”

Poi commenta ironicamente l'”attacco” della crew di Mercier, Mustacchione incluso, introdotta dallo stesso Jason con un “Ti aspettiamo tutti!“.

Forse per capire come la vede Doug il modo migliore è guardare questo video creato dal blogger Frank Op De Woerd per fare due risate:

La discussione tra i due (e varie comparse) termina sostanzialmente in una sfida da parte di Mercier: “Tu sei quello senza talento, io sono ‘quello naturale’. L’Hold’Em è già stato studiato abbastanza, giochiamo un Heads-Up 8-Game… c’è bisogno di vero talento per vincere in ogni tipo di gioco!” 

Ad ogni modo Polk vuole dire l’ultima parola: l’ultima discussione pubblica tra lui e Mercier si chiude il 22 maggio, ed il 13 giugno Polk tira l‘ultima punzecchiata: “Non riesco a credere che Trump e la Clinton abbiano combattuto su Twitter questa settimana… In che razza di mondo viviamo dove le persone adulte portano le loro battaglie sui social media?

Voi cosa ne pensate? Ha ragione Polk, avendo il diritto di criticare chi vuole, o Mercier che ha tutti i diritti di rispondere?

Noi speriamo soltanto che i due si diano battaglia ai tavoli al più presto, il resto non ci interessa.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari