Tuesday, Jul. 14, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 18 Ago 2016

|

 

Brian Rast su Justin Bonomo: la spettacolare mano finale del Poker Player Championship

Brian Rast su Justin Bonomo: la spettacolare mano finale del Poker Player Championship

Area

Vuoi approfondire?

Main Event a parte, per tradizione, fascino e complessità tecnica, il Poker Player Championship da 50.000$ è probabilmente il torneo più prestigioso delle World Series Of Poker.

42 giorni or sono Brian Rast riusciva a conquistare l’ambito David “Chip” Reese Trophy e un assegno da 1.296.097$ mettendo in riga 90 player tra cui, ovviamente, quasi tutti più forti del globo.

Runner-up dell’evento Justin Bonomo, costretto a capitolare in uno spot davvero beffardo di No Limit Hold’em (Il Poker Player Championship prevede 8 specialità differenti). A inizio mano, difatti, Rast gioca per circa 100bb e Justin con 88 e sembra difficile ipotizzare la chiusura dei giochi in un singolo spot, e invece…

A blinds 80.0000/160.000, Bonomo apre 400.000 con QJ, Rast si limita al call con A10.

Ed ecco la prima svolta della mano: limitandosi al call, il range di Rast (agli occhi di Bonomo) è ovviamente larghissimo e la caduta di un A flop potrebbe indurre Justin a bettare in bluff o semibluff, su una o più street, facendo leva sulla sua apertura preflop.

Puntualmente il flop recita: A105.

Rast bussa, Bonomo betta 350.000, Rast chiama. Per le ragioni anticipate in precedenza, Bonomo non può esimersi dal c-bettare questo flop considerando l’equity e la fold equity di cui gode. Su questa texture Brian check/folderà tantissime volte flop. Il call non può ancora considerarsi un campanello d’allarme: oltre ad un eventuale A, Rast può avere qualsiasi 10-x, qualsiasi combo di broadway e qualche pocket pair.

Turn: A.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Rast checka, Bonomo overbetta 2.200.000 su pot da 1.600.000, Rast ci pensa a lungo e chiama.

A questo punto la situazione è ben diversa. Bonomo spara la seconda per provare a far passare la parte più debole del value range di Rast, ma una volta ricevuto il call capisce che ci sono diversi Assi nel range del suo avversario. Su river Q o J, siamo pressoché certi Justin checkerebbe back (avendo showdown value in un pot già corposo), così come checkerebbe tante volte back su blank in give up…

Il river è però un fatale K che regala la scala a Justin, il quale, dopo il terzo check di Rast non ha motivo di non andare all-in per 7.715.000 su pot da 6.000.000. Verosimilmente Bonomo perderebbe solo da A-T, A-5 e 5-5, visto che, pur essendo un player particolarmente fantasioso, Rast avrebbe quasi certamente tribettato pre A-K, K-K e T-T.

Ovviamente il call di Brian arriva immediato… ed è game, set and match.

httpv://www.youtube.com/watch?v=2PvJyk6rmyI

Una mano davvero sick, che non può però essere propriamente definita un cooler. Qualora Rast avesse tribettato pre, non sarebbe stato impossibile pensare di vedere un fold di Bonomo river…

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari