Monday, Oct. 25, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 21 Set 2016

|

 

Chris Moneymaker: “Penso di aver fatto abbastanza per meritare la Hall Of Fame, Pescatori presente solo per il patriottismo italiano”

Chris Moneymaker: “Penso di aver fatto abbastanza per meritare la Hall Of Fame, Pescatori presente solo per il patriottismo italiano”

Area

Vuoi approfondire?

Come saprete sono uscite le dieci nomination per la Poker Hall Of Fame 2016, attorno alle quali si è sentito un bel po’ di rumore da parte della community.

Prevalentemente le polemiche hanno colpito il nostro pirata italiano Max Pescatori, al suo secondo anno in lista: giocatori come Daniel Negreanu e Phil Hellmuth hanno espressamente detto che Max non soddisfa i requisiti per essere accettato nella sala d’onore del poker mondiale.

Il Pesca non ha accusato il colpo in silenzio, però, e ha alimentato le discussioni via social network per difendere la sua posizione.

Nei suoi stessi panni anche il leggendario Chris Moneymaker, l’uomo che ha scatenato il boom del poker vincendo il titolo mondiale nel 2003, impresa che non è bastata a convincere i critici che fosse meritevole della Hall Of Fame.

Dopo la vittoria da $2.500.000 che lo ha reso celebre infatti, Moneymaker ha fatto ben poco: i suoi dati su Hendon Mob segnalano un totale di $3.600.000, ovvero “solo” $1.100.000 di guadagni in oltre 13 anni ($85.000 all’anno). Non esattamente quello che ci si aspetta da uno che dovrebbe entrare nell’olimpo del poker…

Come riporta il portale www.tightpoker.com, anche Chris si è difeso dalle accuse, spiegando che nonostante le sue vittorie non siano all’altezza di tanti altri giocatori al mondo, il suo impegno nel promuovere il gioco è stato serio e costante, e che dovrebbe avere un valore nelle votazioni.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Queste le parole di Moneymaker nel dettaglio: “Alcuni giocatori possono pensare che io non soddisfi i criteri per entrare nella Hall Of Fame, ma io credo di aver fatto abbastanza per essere considerato all’altezza. Ho lavorato duramente negli ultimi dieci anni per cercare di promuovere e spingere il poker, e spero che nelle nomination abbiano considerato più che solamente la mia vittoria nel 2003.”

Sul sito ufficiale di Chris però, compare un post dedicato alla Hall Of Fame, nel quale il nome di ogni candidato viene affiancato da una breve presentazione e analisi, e anche questa volta Max Pescatori viene considerato un avversario poco pericoloso

“Il pirata italiano è molto popolare nel suo paese, ma è difficile fare un grande caso per la sua inclusione nella Hall Of Fame. Le nomination sono fatte online, e la sua inclusione è probabilmente più dovuta all’entusiasmo e al patriottismo dei poker fan italiani che qualsiasi altra cosa!”

Chissà, forse ha avuto ragione il nostro Max quando ha detto che la HoF è riservata ai giocatori americani

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari