Bryan Piccioli e quel river miracoloso a 11 left: “Per me il Main Event era già finito” | Italiapokerclub

Wednesday, Apr. 1, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 19 Lug 2017

|

 

Bryan Piccioli e quel river miracoloso a 11 left: “Per me il Main Event era già finito”

Bryan Piccioli e quel river miracoloso a 11 left: “Per me il Main Event era già finito”

Area

Vuoi approfondire?

Tra i nove finalisti del Main Event WSOP c’è un americano che è ancora seduto lì contro ogni statistica.

Ogni anno c’è qualcuno che deve ringraziare la dea bendata per il suo intervento in qualche mano particolare. Byan Piccioli in questa edizione si è unito alla folta schiera dei ‘miracolati’.

Piccioli infatti che ricorderà per sempre uno spot avvenuto a 11 left, dove è finito ai resti da short in guerra di bui contro il francese Saout e si è ritrovato al turn con il 4,55% di probabilità di vittoria!

Ecco qual è stata l’action del colpaccio nel dettaglio. Nel livello 36 i bui erano 300/600k con ante 100k. Bryan Piccioli pusha 8.650.000 da piccolo buio. Antoine Saout dal grande buio ci pensa un po’ e alla fine chiama.

Allo showdown Piccioli mostra 88 contro A4 di Saout.

Il flop 9AA è tutto a favore di Saout che chiude addirittura trips d’assi.

Una Q al turn non serve assolutamente a nessuno. Piccioli a questo punto ha solamente due out per ribaltare la situazione.

I nove finalisti: Piccioli è il secondo da destra

Al river casca proprio uno dei due otto rimasti nel mazzo, un 8 che regala un miracoloso raddoppio con full house per Piccioli.

L’americano allora corre ad abbracciare i suoi tifosi e urla più volte “Let’s go!“. Considerando che Piccioli indossa la patch della room 888, ovviamente le battute si sono sprecate.

 

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ai colleghi di PokerNews poi Piccioli racconta: “Ero corto da un bel po’ e quel push era obbligato. Non posso dire che speravo di essere chiamato. Quando lui ha fatto quel call sofferto però sapevo di essere avanti con 8-8.

Dopo il flop per me il torneo era mentalmente già finito. Dovevo solo aspettare di vedere un paio di carte prima di andarmene. Al river invece è cambiato tutto“.

Cliccate sul video qui sotto se volete rivivere la gioia incredibile che ha provato Piccioli dopo quell’8 al river.

 

 

Piccioli, che poco prima del final table era il più short, ora può sognare in grande con il quarto stack! Possiamo sicuramente considerarlo tra i favoriti per la sua grande esperienza pokerstica e perché il destino sembra proprio avere qualcosa in serbo per lui…

 

 

Piccioli è contentissimo e ha una sola preoccupazione in queste ore: “Sono qui, sono ancora vivo. Questo è il massimo che si può chiederePer una settimana non ho fatto un pasto decente e non ho dormito più di tre o quattro ore di fila.

Ora penserò solo a riposarmi e a mangiare bene per due giorni prima di vincere il torneo che sto giocando. Questo è il piano“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari