Friday, May. 24, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Set 2017

|

 

Nice bluff catch al Bellagio, Bendinelli: “Al river ho distrattamente fatto cadere la chip…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Nice bluff catch al Bellagio, Bendinelli: “Al river ho distrattamente fatto cadere la chip…”

Area

Vuoi approfondire?

Dopo avervi narrato uno spot che lo mandò letteralmente ‘ai pazzi’, rendiamo onore al merito riportandovi una delle più fulgide esibizioni di classe da parte del Bendinelli in quel di Las Vegas.

Come già raccontato, nell’estate 2017 il Bellagio è stata la sua seconda casa e al tavolo 5-10$ lo si poteva scorgere un giorno sì e l’altro pure, considerando le non idilliache WSOP.

Ma passiamo al sodo.

Prima di ascoltare il TP del genovese (in copertina al fianco di un pimpante Alessandro Borsa), ecco lo spot nella nostra classica veste grafica:

Finally! 😉

Ma quali sono i ragionamenti che hanno indotto Giuliano a tenere questa condotta? Dove ha trovato l’intuizione di callare river su quel 2? Sentiamolo:

“Pre tribetto per brokare vs fish 75x, ma il cold-call di button fa subito saltare il plan, visto che anche or, a questo punto, opta per il flat. Al flop c-betto standard per value-protection ricevendo il call del solo bottone. A questo punto il suo range si conferma quello già stimato pre: le pair da 7-7 a 9-9 (rarissimamente 6-6), unite alle combo, talvolta, di A-Qs. Sul J al turn decido di bussare in quanto il mio avversario passerebbe diverse volte ciò che sto battendo; rappresenterei davvero estrema forza considerando anche la bet flop che sostanzialmente mi committava contro il fish. Quando lui decide di bettare circa 40% continua a rappresentare quel che presumo abbia: una sorta di blocking bet per (auto)value-protection con 7-7, 8-8, 9-9, utile per poi checkbackare su quasi tutti i river. Chiaramente non posso foldare. Il river è una carta tricky solo all’apparenza. Io non posso far altro che checkare, ma quando oppo shova qualcosa non torna: non c’è quasi nessun asso nel suo range visto che con A-Q avrebbe tranquillamente checkato back turn o di certo non avrebbe fatto quella size. Essendo un player preparato sa che su questa carta potrebbe farmi foldare una grandissima fetta del mio range, che potrebbe essersi verosimilmente indebolito (K-K, Q-Q). Ai suoi occhi nemmeno io ho quasi mai un Asso se non rari A-A con i quali ho scelto di tenere questa linea. Venendo al dunque mi convinco che stia turnando in bluff qualche pocket pair, cercando di stealare il pot. Ci penso un po’ su, ma nemmeno troppo: faccio distrattamente cadere la chip e mi assicuro il piatto.”

Nice! Pareri? Date libero sfogo ai vostri pruriti sulla nostra pagina Facebook!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari