Wednesday, Feb. 19, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 4 Feb 2020

|

 

Eliminato alla prima mano del torneo: il racconto di Federico Piroddi da Madrid

Eliminato alla prima mano del torneo: il racconto di Federico Piroddi da Madrid

Area

Vuoi approfondire?

Una variabile impazzita dei tornei live rispetto a quelli online: prendi l’aereo, arrangi una sistemazione, ti prepari per il torneo che ti aspetta, arrivi al tavolo pronto a esprimere il tuo miglior gioco…

E ti ritrovi player out alla primissima mano.

Sembra uno scherzo, invece è quanto successo i giorni scorsi al Main Event dell’888Live Madrid al nostro Federico Piroddi.

Il grinder milanese ha sfogato la frustrazione per la repentina eliminazione sulla sua bacheca Facebook:

piroddi status facebook

Curiosi di saperne di più, abbiamo subito contattato Federico per farci raccontare la disavventura pokeristica vissuta nella capitale spagnola…

 

La mano

Torneo appena iniziato, i giocatori hanno uno starting stack di 88.000 chips, i blinds sono a 100-200.

Un giocatore da early position apre 600, il player alla sua sinistra tribetta a 2.100, Federico Piroddi da small blind cold-calla, chiama anche original raiser e si scoprono le carte comuni.

Flop Q65 Piroddi e original raiser check, il tribettor punta 2.000, chiama Piroddi, original raiser rilancia a 8.000, folda il tribettor, Piroddi alza a 22.000, chiama l’avversario

Turn 3 Piroddi punta 25.000, l’avversario pusha, snap-call per Federico che gira 55! Ma l’avversario ha 66 e il milanese può solo sperare nel mono-out river, che non arriva.

Ecco la grafica riassuntiva di tutta la action della mano:

 

Cosa ha detto Federico

Il commento di Piroddi è stato laconico, come del resto diversamente non poteva essere. A quanto ci ha detto Federico, era la prima volta che si iscriveva alla partenza di un Main Event perchè di solito è abituato a entrare in tardiva.

Visto l’esito di questa decisione, il milanese dice che tornerà subito alle sue care vecchie abitudini:

“Prima dell’altro giorno non mi ero mai iscritto a un torneo live a t200! Preflop, sulla tribet, ho comunque uno stack di 440bb, quindi sono in piene odds per chiamare”

La chiave di volta dello spot è però senza dubbio il flop:

“Dopo che il giocatore che ha tribettato folda io vado ancora sopra perchè su quel board, se l’avversario ha un combo-draw, va rotto. Magari può anche avere un 5-6s, o se gioca particolarmente male un A-Q. Sul 3 di fiori al turn, che mi sembra una bella carta, punto in modo da farle finire tutte dentro, cosa che infatti succede”

E arriva così per Federico la prima volta in cui brucia un torneo alla prima mano con uno stack così deep:

“Online mi è successo tante volte di essere eliminato alla prima mano del torneo, forse anche dal vivo era già successo, magari in qualche side event hyperturbo in cui entravo in registrazione tardiva e dunque già short. Con uno stack così deep non mi era davvero mai capitato di essere eliminato alla prima mano.”

Il torneo, lo ricordiamo, è poi stato vinto dall’italiano Marco Biavaschi.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari