Wednesday, Sep. 30, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 24 Ago 2020

|

 

I consigli di Doyle Brunson a Chris Moorman

I consigli di Doyle Brunson a Chris Moorman

Area

Vuoi approfondire?

Per la sua componente aleatoria il poker, si sa, è un gioco ad alto tasso di stress mentale ed emotivo.

Nei periodi di varianza negativa, quando le carte sembrano girare sempre dalla parte degli avversari, è davvero difficile non farsi prendere dallo sconforto.

E questo vale anche per i super professionisti, che restano essere umani in carne, ossa e tensione psicologica.

Per le conferme del caso si può chiedere a Chris Moorman: in una intervista al portale PocketFives il record-man online inglese ha rivelato che in un periodo in cui tutto sembrava andare storto, per avere supporto si è rivolto nientemeno che a Doyle Brunson.

 

L’amore incondizionato di Chris per Doyle

Moorman spiega che “Texas Dolly” è il suo mito pokeristico da sempre:

“Doyle Brunson era il giocatore che ammiravo di più. Nel sito in cui iniziai a giocare lo vedevo spesso ai limiti più alti e a NLHE cash game martellando di brutto. In più avevo letto ogni singola pagina del suo libro Supersystem. La prima volta che lo avevo visto giocare dal vivo fu nella trasmissione High Stakes Poker”.

Chris ricorda come una esperienza indimenticabile quando fece la conoscenza del suo mito:

“La prima volta che ci ho giocato contro credo sia stato al Day2 di un torneo WPT da 25k di buy-in al Bellagio. Fu un momento surreale”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I contatti tra i due si sono poi intensificati quando Doyle creò la sua poker room:

“Nel 2009 fui il quarto giocatore a firmare come pro della Doyle’s Room e andai a cena con lui al Asia De Cuba a Londra, che oggi è diventato uno dei miei ristoranti preferiti. Brunson è davvero un grande affabulatore, fu una serata davvero affascinante”.

 

I consigli di Doyle

Moorman rivela che Doyle Brunson è poi diventato per lui un punto di riferimento. Al punto da appoggiarsi ai suoi consigli nei periodi di bad-run:

“Quando stavo attraversando periodi difficili nel gioco mi è capitato di chiamarlo per chiedergli qualche consiglio. Mi ha sempre dato la giusta prospettiva sulle cose e mi ha aiutato a riconoscere che la vita dopo tutto non era così malvagia!”

Per Moorman oggi è motivo di orgoglio sapere che là fuori ci sono giocatori che lo guardano e lo ammirano esattamente come lui un tempo faceva con il leggendario Doyle:

“E’ una bella sensazione. Ho avuto la fortuna di giocare una sessione di Poker After con un mio grande fan, Peter Martin, che era riuscito a partecipare grazie a un satellite da un dollare. Gli ho persino lasciato prendere la mia taglia”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari