Monday, Dec. 6, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 29 Gen 2021

|

 

Tra moglie e marito non mettere l’anello: come è andato il testa a testa tra i Moorman a un evento WSOPC

Tra moglie e marito non mettere l’anello: come è andato il testa a testa tra i Moorman a un evento WSOPC

Area

Vuoi approfondire?

Avevamo già visto dolci metà arrivare alle fasi finali di un torneo, se non proprio all’heads-up conclusivo.

A memoria, però, non ci era mai capitato di raccontare un testa a testa decisivo tra coniugi.

E’ successo tra Chris Moorman e Kate Lindsay all’evento numero 14 delle WSOP Circuit Super Series in corso sulla piattaforma online delle World Series.

Moglie e marito si sono lasciati alle spalle 610 entries fino ad arrivare a giocarsi l’heads-up che metteva in palio anche l’anello, che alla fine è andato a Chris.

I Moorman hanno raccontato questo heads-up davvero insolito al portale PokerNews.

 

Cosa ha detto Chris

“Vincere il mio primo anello ha finito col darmi il più strano range di emozioni che abbia mai provato nel poker – ha detto Moorman – Negli ultimi anni, Katie mi ha sempre detto quanto volesse vincerne uno. Credo davvero che vincerebbe l’anello più volentieri di un braccialetto WSOP, se si tengono i soldi fuori dalla equazione. Per me non è mai stato un vero obiettivo, così arrivare al testa a testa con lei, sapendo quanto lo volesse rispetto a me, è stata una situazione abbastanza difficile da gestire un punto di vista mentale

Il britannico, record-man di Triple Crown, ha continuato: “Il mio spirito competitivo mi ha spinto a dare il 100%. Sapevo che non avrebbe avuto senso lasciarla vincere, lei avrebbe dovuto guadagnare la vittoria ma alla fine sento di non aver giocato il mio miglior poker e devo ammettere che all’heads-up Kate mi ha outplayato e sono stato davvero fortunato a vincere. Normalmente non c’è sentimento più bello di quello portato dalla vittoria in un torneo, ma invece di sentirmi bene e felice quando ho vinto quella grande mano contro di lei dopo aver trovato il nuts grazie a un backdoor mi sono sentito davvero colpevole per averle strappato via il suo sogno. Onestamente non mi sono mai sentito in questa maniera prima, neppure contro amici vicini.”

Moorman conclude: “Il resto del tavolo finale è stato il solito business ma arrivare al testa a testa uno contro l’altro per la prima volta è stato davvero speciale ed è una storia e una esperienza che è davvero divertente da condividere con gli amici e la famiglia.”

Cosa ha detto Katie

Katie ha giocato buona parte del torneo da mobile perchè era uscita con le amiche. Solo nelle fasi calde è tornata a casa e si è messa a giocare in una stanza diversa da quella del marito:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Chris e io giochiamo davvero di rado a poker nella stessa stanza, è stato divertente urlarci contro dopo le mani più grandi da un lato all’altro della casa – dice – Abbiamo combattuto per la chiplead, ci siamo presi in giro parecchio. Quando siamo rimasti in sei ci siamo scontrati in una grande mano in cui lui apre da small blind e io tribetto con coppia di donne da big blind. Lui va allin con AK e io chiamo per la tournament life: per fortuna la mia coppia ha tenuto.”

“Non c’è soft play tra noi, combattiamo sempre ogni volta che finiamo al tavolo insieme e ne abbiamo dato una ulteriore riprova in questo evento. Quando siamo arrivati al testa a testa sono andata nell’ufficio dove stava giocando Chris perchè ho pensato che sarebbe stata una dinamica divertente poterci guardare in faccia durante le mani. E’ stato un grande testa a testa per noi perchè in ballo non c’erano tanto i soldi quanto il titolo e la soddisfazione. Ho combattuto al massimo per il mio primo anello, lo volevo davvero. Anche Chris non aveva mai vinto un evento del Circuit prima di questo”

Kate spiega poi l’andamento del testa a testa:

“Nell’heads-up le chips hanno fatto numerosi andirivieni, un momento topico è stato quando sono andata all-in in bluff al river. Dopo che sono andata all-in Chris mi ha guardato e stava considerando le sue opzioni, io gli ho sorriso e gli ho detto la famosa frase di Scotty Nguyen “if you call it’s all over baby”. Per mia fortuna ha foldato ma alla fine ha trovato due river fortunati contro di me e ha messo in bacheca il titolo.”

Lindsay conclude: “Sono sicuramente seccata per non aver vinto l’anello, ma ancora più di ciò c’è che una parte di me vuole battere Chris. Odio l’idea che il mondo dica ‘certo che ha vinto lui’ perchè sento di aver giocato molto bene quell’heads-up, specialmente se si considera che non ho una grandissima esperienza nei testa a testa. Ho sentito persone che hanno detto ‘oh, avrebbe dovuto lasciarle vincere l’anello’ ma io non vorrei mai un anello in quella maniera. Sono fiduciosa di poter vincere il mio anello a tempo debito, e spero che la prossima volta potrò superare Chris sulla strada che mi separa per vincerlo“.

 

Il video dell’heads-up

Nel suo canale Twitch, PokerNews ha trasmesso in streaming l’ultimo mezz’ora del testa a testa tra i coniugi Moorman. Ecco il video:

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari