Tuesday, Jan. 26, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 28 Nov 2020

|

 

L’analisi di Patrick Leonard: coppia di nove in un piatto a tre su board 8-high nella fase iniziale di un torneo

L’analisi di Patrick Leonard: coppia di nove in un piatto a tre su board 8-high nella fase iniziale di un torneo

Area

Vuoi approfondire?

Avere in mano una overpair, ossia una coppia più alta delle carte sul board, nella fase iniziale di un torneo può dare più di un grattacapo, in particolare nei multiway pot, in cui partecipa più di un avversario.

Delle indicazioni molto utili per queste situazioni di gioco arrivano da Patrick Leonard.

Nel suo blog l’ambasciatore di partypoker ha analizzato diverse mani che gli sono arrivate via Twitter dai giocatori della room che hanno partecipato agli eventi della serie Monster Series.

Questo spot secondo ‘Pads’ è stato uno dei più interessanti.

 

La mano

Tavolo a otto, su blinds 250-500 villain apre 1.100 da mp con uno stack di 48.925, hero paristack da hijack chiama con 99, chiama anche bottone con uno stack di 56.000.

Flop 852, mp prosegue 1.462, hero raise 5.209, bottone fold, middle position chiama.

Turn 4 hero bets 14.988 dopo il check di mp, che pusha. Hero chiama, l’avversario mostra 8J e sul turn 2 viene eliminato.

mano coppia di nove analisi patrick leonard

 

 

Ed ecco l’analisi di Patrick Leonard strada per strada

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Preflop

Secondo Leonard una tribet è preferibile al call per diversi motivi: far foldare al giocatore che ha aperto mani che hanno una buona equity contro coppia di nove, ingrandire il piatto per le volte in cui miglioreremo la nostra mano,  far foldare a buttone e cutoff buone mani.

“KQ, AT, persino TT e JJ non si trovano bene qui. Ci possiamo aspettare che il giocatore che ha aperto giocherà abbastanza passivamente sulla nostra tribet, anche con una mano come AK spesso si limiteranno a vedere il flop, per esempio.”

 

Flop

In questa strada, al posto del protagonista della mano, Leonard avrebbe fatto un raise più piccolo:

“Siamo in un multi way pot quindi non vogliamo mettere troppe chips dentro con il nostro range […] Qui non stiamo provando a bluffare, contro il range di mani che prosegue non ci troviamo troppo bene, quindi vogliamo rischiare il meno possibile.”

 

Turn

Sul turn per Leonard sono validi sia il check che la puntata. A differenza del protagonista della mano, però, il professionista britannico non avrebbe puntato per chiamare il push avversario:

“Credo che possiamo bet/foldare perchè la nostra mano è debole contro le mani che andranno all-in. Per esempio mi aspetto che l’avversario check-chiami una mano come A5. Siccome avremo un range di bet-fold, qui punterei più piccolo in modo che la nostra bet sia più efficace.”

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari