Tuesday, Nov. 30, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 Ago 2021

|

 

Anche Phil Hellmuth odia sè stesso se decide di bluffare a mano in corso: oppo ha quads!

Anche Phil Hellmuth odia sè stesso se decide di bluffare a mano in corso: oppo ha quads!

Area

Vuoi approfondire?

Una delle basi dei bluff a poker, è che questi devono essere pianificati con cognizione di causa.

L’improvvisazione non paga, quando si vuole che l’avversario foldi la mano migliore. Ne ha avuto una riprova Phil Hellmuth nel testa a testa High Stakes Duel contro il commentatore ESPN Nick Wright.

Al termine della mano il quindici volte campione WSOP si maledice ad alta voce, e pare di capire che la sua decisione di bluffare sia nata dopo il check behind dell’avversario al flop. Vediamo meglio.

La mano

Blinds 150-300, Nick Wright ha QQ con 53k di stack e rilancia 750, Hellmuth chiama da grande buio con 75.

Flop 2Q8, doppio check.

Turn Q Hellmuth leada 900, Wright rilancia 2.000, Hellmuht tribetta 5.500, call.

River 3 Hellmuth leada 7.200, Wright rilancia 27k, Hellmuth folda e resta con 33k.

 

Il soliloquio di Phil

Al termine di questa mano, come spesso accade quando vede le chips andare all’avversario, Phil Hellmuth si alza dal tavolo e inizia a borbottare. Il soliloquio è a metà tra il whine e il motivazionale.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Cosa diamine ho fatto? Ti darà tutte le chips Phil… – catturano le telecamere – [l’avversario] punta ogni flop, raisa preflop quando non deve raisare e tu provi a bluffarlo, cosa stai facendo? Al cento per cento ti darà tutti i suoi soldi, cosa diavolo stai facendo? Devi solo aspettare, è così fottutamente facile.”

 

Galeotto il check flop

Hellmuth biasima la sua condotta della mano. Alla luce della history accumulata con l’avversario si dice di aver sbagliato a decidere di bluffare: il check flop di Wright avrebbe dovuto metterlo in guardia, visto che fino a quel momento l’avversario aveva sempre puntato.

Probabilmente la decisione di Hellmuth di bluffare è legata proprio al check flop avversario, chiaramente effettuato per deception.

Di sicuro avrebbe fatto meglio a non scatenare l’inferno al turn e probabilmente al river avrebbe potuto risparmiare quelle 7.200 chips, visto che il 3 non cambia nulla e difficilmente porterà l’avversario a foldare dopo aver chiamato al turn.

 

Il video

Ecco il video integrale della mano con il borbottio finale di Hellmuth:

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari