Monday, Sep. 26, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Set 2022

|

 

Come ha pensato Joao Vieira nella mano della eliminazione al 10k 6-max WSOP contro Vojtech Ruzicka

Come ha pensato Joao Vieira nella mano della eliminazione al 10k 6-max WSOP contro Vojtech Ruzicka

Area

Vuoi approfondire?

Entrare nella testa dei migliori giocatori di poker per capire come ragionano i numeri uno.

Oggi scopriamo il processo di pensiero di Joao Vieira nella mano in cui ha trovato l’eliminazione all’evento numero 56 delle ultime World Series Of Poker, 10.000$ 6-max.

Rimasto con uno stack non troppo in salute, il portoghese da oltre cinque milioni di dollari vinti in tornei live difende da grande buio.

Dopo aver trovato la top pair al flop, Joao deve decidere cosa fare al turn sul push avversario, che lo mette davanti a uno scenario da dentro o fuori.

 

La mano

La bolla è già scoppiata, l’evento numero 56 delle World Series Of Poker è a 44 left, 17° livello di gioco, blinds 5.000-10.000 con big blind ante.

Da hijack il chipleader del tavolo Vojtech Ruzicka – giocatore della Repubblica Ceca da 4,2 milioni di dollari vinti in tornei live – apre 21.000, da grande buio con 18bb di stack Vieira spilla QJ e chiama.

Flop J89 Vieira check, oppo bet 32k, call

Turn 4 Vieira check, oppo all-in. Alla fine il compagno di team del nostro Mustapha Kanit decide di chiamare e trova l’eliminazione contro coppia di donne.

 

Come ha pensato Joao preflop

“La bolla è scoppiata e credo che Vojtech è tornato a range più umani dopo aver bullato.  Di solito dopo lo scoppio della bolla il chipleader tende a stringere un po’ i range.

Da grande buio posso sia chiamare sia pushare ma credo che Vojtech apra meno mani di prima, adesso, e giochi un po’ più tight.  Decido di chiamare perché credo che i suoi range in questo preciso momento del torneo siano sul ‘tight side’. Tanto più che ci sono giocatori short sul bottone e sullo small blind. Io ho solo 20bb quindi credo che i suoi range siano corretti.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Come ha pensato Joao al flop

“Solid flop. Così short ho floppato una monster, top pair con un buon kicker. Vediamo cosa fa. Se betta piccolo credo di andare all-in perché la mia mano è abbastanza forte. Se invece punta grande mi limito al flat. Fa una size media!

Mmm… Perché usa questa size? Su questo flop è abbastanza importante. Non credo che betti in bluff su questo board, o di sicuro non betta bluff con questa size. Non credo che faccia una bet così costosa con A5, per esempio, quindi credo che ha equity. Magari potrebbe avere un jack o meglio, carte a picche, AT – KQ – KT con picche… Pensandoci meglio, il suo range è più forte di quanto credessi in prima battuta.

Ovviamente non è che vado a foldare. Chiamo e vediamo cosa succede al turn. Ma adesso non credo più di avere una monster.”

 

Come ha pensato Joao al turn

“Lui continua a guardare il mio stack come se vuole che finisca tutto al centro del tavolo. La size al flop sembra fatta apposta. Potrebbe farlo con carte a picche forse? Alimenta il piatto e poi shova… Oh diamine, ha appena guardato le sue carte due volte, non credo che abbia picche. Va all-in, non mi piace. Posso davvero foldare? La mia mano è troppo forte, sarebbe folle. Ora c’è anche un doppio progetto di colore.

Ma ha guardato le sue carte due volte, non lo avrebbe fatto con le picche in mano. Quando rilanci con due picche sai esattamente di avere due picche, non devi guardare le carte due volte. Sarebbe una mossa da amatore. Certo, è anche possibile che non ci sia alcuna specifica ragione per cui abbia rivisto le sue carte due volte. Non so, credo comunque che se hai un progetto a colore non ti metti a guardare le tue carte due volte. L’ho visto e lui sa che l’ho visto. Non credo che abbia picche o fiori, soprattutto con fiori non avrebbe cbettato al flop con una size così corposa, eccetto AT, forse, e qualche KQ al più. Le picche sono meno possibili perché ha rivisto le sue carte due volte, ma sono comunque una ipotesi. Che altre mani può shovare? AT, con KT è una mossa un po’ aggressiva…

In più è dal flop che guarda il mio stack. Ha cercato di essere discreto ma me ne sono accorto. Ho sempre un sacco di equity, anche se dovesse avere KK avrei comunque outs. Finge di deglutire. E’ un monster fold, non so se posso farlo. Con la mano che ho è un call ovvio, ma non mi sento bene a chiamare. La size al flop, il fatto che abbia guardato il mio stack, il doppio controllo delle sue carte: non so se sono abbastanza informazioni per piazzare un fold pazzo.

La mia mano è davvero forte, ho iniziato con 18bb. Ero contento ma ora non lo sono più più. Che sia in bluff sarebbe strano, ma se ogni tanto shova un dieci, le fiori e le picche… O magari può avere J-T. Credo che pagherò per questo, J-T è una mano molto forte. Io ho check-chiamato il flop, quindi non posso avere A-J / K-J.

Per via del J-T è call ma non credo che abbia tutti i bluff nel range, per via delle cose che ho già detto. Ha J-T nel suo range? Sembra davvero a suo agio. Voglio davvero foldare ma non ho abbastanza informazioni per farlo per via della mano forte che ho. Ho abbastanza info per fare questo pazzo hero-fold? Non credo: CALL!

Azz, quasi foldavo davvero QJ su questo flop! Sarebbe stato un fold pazzo: davvero avrei dovuto piazzarlo?”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari