Sunday, Aug. 18, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 2 Set 2016

|

 

Guida completa a tutte le funzioni di Equilab

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Guida completa a tutte le funzioni di Equilab

Area

Vuoi approfondire?

Se vi domandassimo quanti di voi conoscono Equilab probabilmente vedremmo quasi tutte le mani alzate.

Da quando Pokerstove chiuse i battenti, Equilab è diventato il software di equity-analysis più diffuso in assoluto.

Ma il programmino che ci ha accompagnato in centinaia di studi post-sessione nasconde molte altre funzionalità spesso snobbate da chi lo utilizza.

Per rimediare abbiamo deciso di fornirvi una guida completa a tutte le funzioni di Equilab.

 

Calcolo dell’equity

Funzione base del programma e che sicuramente conoscerete bene.

Inserite le mani o i range da confrontare negli slot dedicati (per passare da 6-Max a Full Ring: Visualizza>Short-Handed) cliccate il tasto Valuta e scoprite l’equity della vostra mano/range.

Per inserire un range in uno slot potete scriverlo manualmente o cliccare il primo bottone, che apre la cosiddetta Matrice. Qui potete cliccare sulle mani che volete aggiungere al range (un trucchetto: premendo Ctrl mentre si clicca una mano ad es. Q8o, aggiunge automaticamente tutte le mani sopra ad essa, Q8+), oppure spostare la barra sottostante per trovare il range corrispondente a una certa percentuale, o ancora aprire range predefiniti o salvati dalla cartella a destra (nella quale potete salvare e caricare range personalizzati).

Il secondo bottone permette di inserire una mano specifica, il terzo (quello con i dadi) attribuisce una mano random -ovvero il 100% del range-. La “X” rossa serve a cancellare tutto ciò che c’è scritto ed infine il quinto tasto, la freccia verde, serve a inserire range preimpostati o a passare al “Calcolo range mani“.

“Enumera tutto” e “Monte Carlo” sono due sistemi di calcolo diversi, per comodità vi diciamo semplicemente che il primo è più preciso ma più lento, il secondo meno preciso ma più veloce, quindi adatto ad analizzare situazioni più complesse.

equilab6

Analisi scenario

Per aprire l’analisi scenario: Strumenti>Analisi Scenario.

Questa funzione molto interessante serve a vedere come si evolverà la nostra equity a seconda della carta che scenderà nella street successiva, o se preferite, a vedere come si suddivide la nostra equity attuale in relazione alle carte che possono scendere.

L’analisi scenario può essere usata solo al flop o al turn: inseriamo la nostra mano e la mano/range avversario, scegliamo il flop e se necessario il turn, e calcoliamo la street successiva.

Un grafico a barre verticali ci indicherà quanta equity avremo per ogni carta che può uscire al turn o al river, una linea rossa indica l’equity media (ovvero la nostra equity) e una barra a destra permette di eliminare le carte che ci manderebbero sotto una certa soglia percentuale.

equilab4

Equity trainer

Possiamo definirlo un giochino? Equity trainer non è altro che un “esercizio a casa” per vedere con quanta precisione sappiamo stimare la nostra equity contro un range di oppo stabilito e un board.

Nella schermata iniziale selezioniamo i range (se predefiniti o personalizzati) e clicchiamo su Start. Il programma propone un flop random e noi dovremo indicare l’equity stimata, possiamo continuare finché ne abbiamo voglia, ed il programma alla fine ci dirà di quanto abbiamo sbagliato al massimo, al minimo e la nostra imprecisione media.

Non sottovalutate la forza di questo test, se vi ponete l’obiettivo di fare arrivare verso lo 0 lo scarto medio, o sfidate altri grinder a chi è più preciso in x giri… il vostro gioco potrebbe guadagnarci parecchio!

equilab3

Calcolo range mani

Ecco una funzione tanto interessante quanto poco sfruttata: serve a selezionare tutte le mani che, dato un board e una o più mani/range avversarie, gioca almeno alla percentuale richiesta.

Facciamola semplice: siamo contro UTG (range 18%) e UTG+1 (range 25%) su 849. UTG punta pot, call di UTG+1, e noi per pot odds dovremmo chiamare con almeno il 25% di equity. Selezioniamo 25% ed ecco che il programma ci restituisce tutte le mani che singolarmente hanno il 25% di possibilità di vittoria.

Ovviamente una volta trasferito il range nella pagina iniziale, la nostra equity non ammonterà a 25%, ma ogni singola mano avrà almeno il 25% di possibilità di vittoria.

equilab2

Distribuzione forza mani e riduzione hand range

La parte più complessa e interessante di tutto il programma. Per accedervi bisogna cliccare sul grafico a torta a destra del range di mani della schermata principale quando è attivo almeno il flop.

Si aprirà una tabella completa di tutte le combinazioni del vostro range, appariranno in rosso le mani attive, in giallo quelle disattivate manualmente e in grigio quelle non appartenenti al range di partenza impostato o impossibili da avere a causa del board (ad es. non possiamo avere QT su Q42). Passando il mouse sopra un quadratino un popup vi dirà che punto avete chiuso.

A destra compare l’elenco completo dei punti che possiamo avere hittato con il nostro range sul board dato con tanto di indice di frequenza (pressapoco una versione free di Flopzilla).

Grazie a queste due opzioni potete studiare e perfezionare i vostri range nel dettaglio, e in più sotto “Condizioni predefinite” potete isolare rapidamente alcune situazioni di gioco, ad esempio vedere quante volte su 100 abbiamo chiuso un punto o hittato un draw.

equilab1

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari