Wednesday, Nov. 29, 2023

Strategia

Scritto da:

|

il 26 Nov 2016

|

 

Doug Polk e quella mano nella quale ha quasi outplayato Phil Ivey al river

Doug Polk e quella mano nella quale ha quasi outplayato Phil Ivey al river

Area

Vuoi approfondire?

Rieccoci qua a proporvi uno dei preziosissimi video del coach Doug Polk.

Questa volta però Polk si ritrova ad analizzare una mano nella quale lui stesso è il protagonista! Siamo infatti nell’High Roller australiano da 250mila dollari di buy-in degli Aussie Millions 2015.

Qui il nostro Polk se la gioca contro avversari tostissimi e si imbatte in particolare in uno spot interessante contro Phil Ivey.

I bui sono arrivati a 12-24k. La bolla è già scoppiata e sono quattro i superstiti al tavolo. Seiver da UTG folda, Polk apre da BTN con A4 a 55k.

McDonald da SB folda, Ivey da BB chiama con 109. Fin qui c’è poco da dire. Polk conferma: “La difesa del buio è standard“.

Il flop è 3102. È interessante perché dà top pair a Ivey e incastro di scala a Polk. L’action però è: check to check.

Polk spiega: “Avrei potuto cbettare ovviamente ma ho scelto di checkare dietro per non trovarmi eventualmente di fronte a scelte difficili. In queste situazioni bisogna mixare i check e le cbet“.

Al turn si raddoppia il board perché scende un 2. Ivey a questo punto betta 75k, Polk chiama con ‘asso carta alta’ e possibilità di chiudere scala.

Il 2 non mi può aiutare molto. Nel mio range potrei avere A-2 o K-2 al massimo. Ivey fa bene a puntare perché per esempio si fa chiamare da un asso come in questo caso“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il river è un 6. Ivey spara 200k. Polk, dopo un po’ di riflessione, rilancia in maniera decisa a 580k. Ivey entra in the tank.

Polk dice: “Al river io ho tre opzioni. Fold, call o raise. Decido di rilanciare perché mi sembra la soluzione migliore. In effetti metto Ivey in una situazione davvero difficile.

Nel suo range poteva avere un 10 migliore o altre mani forti. Quel 10-9 è una delle peggiori mani con cui poteva valuebettare“.

Ivey è davvero combattuto, prende le chips per fare il call ma ci ripensa. Alla fine le mette. Ecco il video integrale con tutta la mano e i commenti. Buona visione!

 

 

In quel torneo Polk è uscito poi in terza posizione mentre sul gradino più alto del podio è salito proprio Phil Ivey! Quel trionfo di quasi due anni fa resta l’ultimo shippo live di Ivey per il momento…

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari