Thursday, Aug. 13, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 20 Mar 2013

|

 

Reverse Implied Odds (RIO) – Poker Cash Game

Reverse Implied Odds (RIO) – Poker Cash Game

Area

Vuoi approfondire?

Abbiamo già parlato, in un precedente articolo, di quanto sia importante considerare bene il fattore Implied Odds; quest’oggi parleremo di un argomento correlato, conosciuto come “reverse implied odds (RIO)”. Vediamo di cosa si tratta.

Con questo termine si indicano le probabili perdite che potremmo avere, in una determinata mano, qualora avessimo un punto dominato (o facilmente dominabile).

Iniziamo ad analizzare alcune delle situazioni più comuni dove rischiamo di subire molte Reverse.

Una delle situazioni più scomode per seguire un determinato progetto, è quella dove ci troviamo in un “board pairato“. Ipotizziamo di trovarci in un piatto limpato con 4 6 su un flop

3 5 5

Il nostro progetto di scala bilaterale (OESD) potrebbe esser facilmente battuto da un Flush o, addirittura, un full/poker.

Alcune delle carte che potrebbero regalare a noi la chiusura del draw (2, 7 ad esempio), potrebbero essere letali in quanto potrebbero regalare un punto ancora più forte al nostro avversario (esattamente come successe in questa mano LOL del nostro IPFino).

Qualora noi chiudessimo il nostro draw, e fossimo realmente avanti, sarebbe difficile riuscire ad estrarre del valore in quanto questo genere di board offrono molta Fold Equity (infatti sono molto profittevoli per fare delle Continuation-Bet).

Un altro caso scomodo che potrebbe verificarsi è quando inseguiamo un progetto di colore/straight con delle carte basse (es: 7 8 su un flop 2 6 K).

Non è impossibile trovare il nostro Villain con due carte a cuori più alte, specialmente se contengono anche la Top Pair (K Q etc).

Per evitare questo genere di situazioni scomode ricordiamoci di fare le giuste considerazioni sul range dell’avversario.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

ESEMPIO:

Ci troviamo ad un tavolo Cash Game 6 max ed abbiamo in mano A K: apriamo l’azione facendo uno standard raise x3 da UTG; l’azione arriva direttamente ad MP che ci piazza una bella 3-bet a 9BB.

Vedendo le sue statistiche ci accorgiamo che lui, dopo 700 mani, ha dei valori di: VPIP = 13.5, PFR = 11, 3Bet = 2.9

Qual è la mossa migliore da fare?

Per molti giocatori sarebbe uno standard 4bet/call (o almeno un call: “Che devo fare, ho Asso Kappa!“).

Andando a vedere cosa comprende il suo range di 3bet, attraverso uno di quei programmi che utilizziamo per le nostre review, ci accorgiamo che fa questa mossa solamente con AKo, QQ+. Considerando anche il fatto che lo sta facendo contro l’apertura di UTG (con immagine molto solida al tavolo), lo farà con un range ancora più stretto probabilmente.

La soluzione migliore è certamente un fold!

Anche qualora hittassimo la nostra Top Pair, rischieremo di scontrarci troppo spesso contro una Over Pair, contro un Set, o di non esser pagati da QQ sui board contenenti una delle nostre carte.

Piuttosto che regalare l’intero stack al nostro avversario, e catalogare la mano come “cooler“, ragioniamo bene anche su questi aspetti fondamentali.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari