Saturday, Oct. 24, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 14 Mar 2015

|

 

Thinking Process – Alec Torelli e il fold contro Negreanu: passare set in quello spot è +EV long term!

Thinking Process – Alec Torelli e il fold contro Negreanu: passare set in quello spot è +EV long term!

Area

Vuoi approfondire?

Pochi giorni fa vi abbiamo proposto un’interessante spot giocato al Grand Final EPT di Montecarlo tra Daniel Negreanu e Alec Torelli.

Il fortissimo high staker di origini italiane ci ha spiegato le ragioni per cui ha scelto di foldare set in questa mano decisamente tricky.

Ripercorriamo un attimo l’action:

neto

Ed ecco il ragionamento, strada per strada, di Alec:

PREFLOP

Daniel mini-raisa da Utg+1 e può farlo sicuramente con un range molto largo. Gioca per 65bb ed io lo copro. Poco prima avevo vinto una mano con lui e proprio per questo decido di entrare in questo colpo. Talvolta, da quella posizione, il fold sarebbe una scelta prefiribile visto che in caso di tribet da dietro sarei costretto a passare la mia mano. Ma quelle volte in cui trovo altri flat e riesco a settare posso pensare di assicurarmi un big pot.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

FLOP

Su flop Q52, i bui checkano e Daniel decide di puntare. Quando betta in un 5-way presumo abbia una mano davvero forte quindi, pur reppando solamente set, decido di rilanciare perché sono convinto non passi. Il mio raise è fatto anche per protection: se mi limitassi solamente al call non sarei troppo contento nel ricevere dei call da qualche altro player. Inoltre è difficile vincere più chips in piatti multi way nelle street successive visto che ci sono tantissime carte che possano freezare l’action. In questo momento spero lui mi chiami e mi paghi nelle strade seguenti.

TURN

Il J non è una bellissima carte per me e quando Daniel mi donka in faccia sta esclusivamente rappresentando un flush, che punta per valore e protection. L’unica altra mano che mi passerebbe avanti in questo momento sarebbe J-J, ma difficilmente avrebbe giocato in questa maniera al flop. Lui chiaramente non può mai avere over pair perché, as player, potrei essere io ad avere flush. E’ veramente difficile pensare non abbia un punto fatto in questo momento. By the way, anche se avesse colore non posso foldare turn: mi basta un equity del 25% per giustificare il mio call. Qualora il river pairasse il board, Daniel non potrebbe comunque più foldare flush con il suo stack. Inoltre, qualora si fosse inventato un insolito bluff, il mio call al turn rappresenta estrema forza e qualche volta potrebbe decidere di giveuppare river.

RIVER

Daniel va all-in piuttosto velocemente, il che mi convince ancor di più che abbia una mano fatta al turn.Avrei delle ottime odds per mettere, mi basterebbe essere buono una volta su 4 per rendere il mio call profittevole sul long term. Ma per come è andata l’action sono convinto abbia colore oltre il 90% delle volte. Quando ho scoperto di avere la mano migliore non mi sono affatto arrabbiato: credo fermamente che il mio fold sia +EV nel long term.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari