Wednesday, Aug. 12, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Ago 2015

|

 

Punti di vista MTT – Dame in 4-way al Sunday Challenge su un push dopo la nostra cbet

Punti di vista MTT – Dame in 4-way al Sunday Challenge su un push dopo la nostra cbet

Area

Vuoi approfondire?

Altro capitolo della nostra nuova rubrica estiva Punti di Vista“.

Per l’occasione abbiamo scelto uno spot giocato nel corso del Sunday Challenge, il domenicale di PokerStars che con la sua formula originale garantisce un R.O.I. da capogiro conquistando il favore di tantissimi giocatori, dagli amatori ai professionisti.

Lo spot è giocato al Day2 con 150 player ancora in gioco. Hero decide di aprire a 32.000 da Utg con Q Q su blind 8k-16k con circa 510.000 chip a disposizione.

Arrivano sia il call del giocatore in middle position che quello del bottone, entrambi con uno stack simile al nostro, così come il ‘complete’ del big blind nonché chipleader al tavolo.

Il flop recita J 9 3 e su pot totale da circa 150.000 gettoni Hero betta 52.299 chip, circa 1/3 del pot. A questo punto dopo una breve riflessione l’avversario che ha chiamato da MP shova direttamente per un importo di poco inferiore ai 30 big blind. Bottone e grande buio passano e la parola torna al protagonista della mano… Cosa farebbero pro e regular mtt in questa situazione di gioco immedesimandosi in Hero?

Parola ai nostri ‘osservatori speciali’:

 

Stefano Terziani

Salvo avere info dettagliatissime su oppo non vedo come si possa bet/foldare. Certo, lo shove dell’avversario in questo caso non è molto standard considerata l’entità del pot, e questo potrebbe indurmi a pensare che sia un giocatore occasionale che potrebbe ‘overvaluare’ mani come K-J A-J shovando per protection. Perciò la mia linea in questa situazione è una bet con una size maggiore (poco meno di half-pot) per chiamare un eventuale shove di oppo. 

Luigi Curcio

Il Sunday Challenge è un torneo particolare, pieno di occasionali, perciò anche se non è proprio una linea standard probabilmente checko in un 4-way. Se poi decido di puntare come nel caso specifico è solo per ‘brokare’

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Alessandro 'deiale1983' De Iaco

Betto sicuramente con una size superiore, diciamo più di half pot e non foldo mai, soprattutto al Sunday Challenge. 

Alessandro 'Deneb' Pichierri

 Call praticamente obbligatorio, se ha J-9s o set si prende i soldi e buon per lui. L’action mi sembra abbastanza standard, a parte lo shove che è una mossa molto ‘strong’, ma al Challenge ci sono molti amatori e non è da escludere che abbia fatto questa scelta con A-J con la convinzione di essere ‘nuts’ (ride). Considerando che un giocatore medio del Challenge con una mano come J-J preferisce ‘brokare’ preflop nella maggior parte dei casi, alla lunga è preferibile una linea bet/call piuttosto che bet/fold. 

Enrico Camosci

Mi sembra una scelta molto semplice. Al flop su board così drawy dobbiamo bettare per forza, preferibilmente con una size grossa di circa 3/4 pot per shovare su molti turn. Bettare 1/3 ha poco senso e ovviamente il fold non è da prendere neanche in considerazione. 

Alessandro 'Aletilter' De Fenza

Al flop siamo in 4 e la bet di 1/3 pot non mi fa impazzire, io l’avrei fatta un po’ più grossa sia perché c’è molto valore da prendere su questo board da tante combo che per costruire un pot in modo da avere una pot size bet al turn. A fronte di stats particolari potrei addirittura valutare il check/raise al flop. In questo caso ci pusha MP, che nel range ha poche volte J-J e quindi perdiamo sostanzialmente da 9-9/3-3, mani che non shova così spesso con altri due player nel piatto quindi opto per il call. 

Cosa ha fatto Hero

In game hero ha bet/foldato. 

 

E voi condividete la scelta dei nostri intervistati o preferite giocare la mano in altro modo? Scriveteci sulla nostra Fanpage!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari