Thursday, May. 26, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 31 Ott 2013

|

 

Nuvola e Fasolis ‘rigiocano’ la mano di Castelluccio 16 left al main WSOP

Nuvola e Fasolis ‘rigiocano’ la mano di Castelluccio 16 left al main WSOP

Area

Vuoi approfondire?

La Tilt Poker Cup non è paragonabile di certo ai campionati mondiali di poker che si tengono a Las Vegas ogni anno, tuttavia l’evento viene apprezzato da molti giovani talentuosi dell’online e del live che si cimentano anche in questa sfida che garantisce 75.000€ di montepremi e molti stuzzicanti eventi collaterali.

Nel Day 1A che festeggia la notte di Halloween si presentano in sala Alessandro “bubukonan” Fasolis, Nicola “johnnycheever” Cappellesso, Christian “ninetto1989” Nuvola.

I tre grinder sono tra i più promettenti del panorama italiano e, sicuramente, sono tecnicamente preparati e sufficientemente smaliziati nonostante la giovane età.

A loro tre decidiamo di far giocare l’ormai storica mano di Sergio Castelluccio contro McLaughlin alle WSOP del 2013 quando erano rimasti in 16 giocatori nel Main Event.

Quella fatidica mano viene giocata sui bui 120.000-240.000, ante 40.000. Mclaughlin ha 8 5 da UTG e 17 milioni di chip, contro i 9 milioni in dotazione all’azzurro che da bottone spilla K-K.

L’azione preflop la ricordiamo tutti: McLaughlin apre 500.000, Castelluccio tribetta a 1.150.000 da bottone, il rivale chiama fuori posizione.

Flop: A 7 6 doppio check

Turn: 3 value bet 800.000 di McLaughlin e Castelluccio che si appoggia

River: 9 McLaughlin spara 3 miloni su un pot di 3,9 milioni e l’azzurro opta per il call.

Come avrebbero giocato, invece, i nostri giovani grinder?

Ecco le loro azioni messe a confronto.

nuvola

Christian ‘ninetto1989’ Nuvola alla Tilt Cup

PREFLOP

AF: Preflop tribetto a 1,2 milioni / NC: Preflop tribetto a 1,1 milioni / CN: Preflop tribetto a 1.150.000

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

FLOP: A 7 6 check

AF: Al flop cbetto a 1,2 milioni per mantenere l’iniziativa e per magari portare comunque a casa il piatto

NC: Faccio check dietro per pot controllare, ma anche per indurre eventualmente un giocatore aggressivo e con stack importante a bluffarmi turn e prendere valore

CN: Al flop mi metto in check serenamente per poi callare tendenzialmente le eventuali altre due strade su un rivale potenzialmente aggressivo e aperto

TURN: 3 bet 800.000, Castelluccio call

AF: La scelta qua è abbastanza facile e sicuramente standard con un semplice call per poi rivalutare la situazione al river

NC: Al turn è un call matematico per poi riconsiderare il tutto al river

CN: Palese il call senza ombra di dubbio e in linea col ragionamento precedentemente esplicitato

RIVER: 9 bet 3 miloni

AF: Per me è standard foldare a livello matematico, anche perchè passando ho ancora uno stack che mi permette alcune azioni importanti. Tuttavia da fuori è facile esprimersi. Bisognerebbe essere lì sul momento. La history creatasi, le sensazioni, i tell, sono fattori che incidono molto e spesso nel giusto modo per quanto riguarda i grandi giocatori. Castelluccio rientra nella categoria dei grandi.

NC: Qua purtroppo si vive di sensazioni. Al 60% mi poso fare buono, ma è un call troppo rischioso che tendenzialmente mette a repentaglio uno stack ancora importante, quindi, forse sbagliando, passerei. In questo caso non giocherei sulle sensazioni e i tell, ma banalmente sul calcolo matematico della situazione. Foldando ho ancora uno stack importante che mi permette di giocare al meglio.

CN: Credo che la coerenza sia importante anche nel poker e quindi, in base a più ragionamenti e tell o history precedenti, chiamerei. Molto spesso una size così è fatta da chi ha un draw mancato quindi coi kappa mi posso fare buiono. Dopo il call al turn, il rivale con un asso in mano si metterebbe in check. La puntata estrema è molto bella perchè fa overthinkare e inganna un giocatore abile.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari