Thursday, Aug. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 5 Gen 2015

|

 

IPO 17 – Pescatori super, Marseglia sbolla con gli assi, in 87 al day3!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

IPO 17 – Pescatori super, Marseglia sbolla con gli assi, in 87 al day3!

Area

Vuoi approfondire?

Partiamo dal momento clou.

Perché dopo una giornata in cui vagoni di chips si sono spostate da una parte all’altra dei tavoli, si è arrivati alla resa dei conti, quando in 121 ci si è giocati una bolla da 1.100€.

Il primo a candidarsi come bubble boy del torneo è Delfino Novara che, noncurante dei diversi short agli altri tavoli, decide di pushare circa 10bb, un baby straniero lo fredda chiamando instant, ma allo showdown è un coin flip: J-J per Novara, A-K per oppo.

Board che regala addirittura il set all’italiano che può così esultare e assicurarsi l’ITM.

L’attenzione degli astanti si concentra dunque al tavolo 38 dove il buon Giannino Salvatore è rimasto solamente 4 ante e sembra predestinato a chiudere fuori dai premi. All’improvviso, però, arriva l’all-in/call dal tavolo accanto: Emiliano Marseglia è a rischio eliminazione dopo il call di Rajbaoui Chanseddin.

Allo showdown, questa volta, lo short si presenta in netto vantaggio, ma tra i flash dei blogger e gli occhi dei presenti arriva prepotente la bad beat

bbbb

Emiliano Marseglia chiude così al 121° posto e Mimmo Battaglia può annunciare all’intera sala che tutti i player ancora in gioco hanno raggiunto l’ambito “in the money”.

Tra questi, assoluto protagonista di giornata, è stato senza ombra di dubbio il capitano del Team Pro di Poker Club, Max Pescatori, che ha letteralmente macinato gettoni per l’intera giornata. 150.000, 300.000, 600.000 per poi sfondare – uno tra i primissimi – il muro del milione.

Il pirata chiude in bellezza a 1.543.000 pezzi, che gli valgono la top 5 generale del count.

Bella performance anche per Giuseppe Di Stasio che rimasto nel limbo dei 10-15x per gran parte del day, è riuscito a risalire nella seconda parte di serata, chiudendo addirittura sopra il milione in chips.

Alti e bassi per Alessandro Meoni che galleggia per gran parte del tempo sopra quota un milione per poi crollare a quota 510.000 chips causa tuffo alla penultima mano…

Bene  Filippo Etna (744.000), Micia Antolini (506.000) e Claudio Rinaldi (416.000).

Meno fortunati Luca Stevanato, Salvatore Bonavena, Carlo Savinelli, Alessandro De Michele, Simone Raccis Antonio Smeraglia, Emanuele Di Domenico e Andrea Cortellazzi, tutti fuori dalla zona premi. Beffardo finale anche per Alessio Tallarini, crollato proprio ad un passo dai premi dopo un torneo ancora una volta da protagonista…

A dettare legge assoluta è stato però lo svizzero Samiyel Duzgun, che negli ultimi livelli di giornata ha decisamente cambiato marcia, costruendo uno stack da ben 1.931.000 chips, che lo ha portato secondo ufficiale nel count.

Interessantissima una delle mani che lo ha lanciato:

bluff
Davanti a tutti, però, c’è proprio il giustiziere di Marseglia, Rajbaoui Chanseddin, che guida “la carica degli 87” con 1.995.000 gettoni.

L’appuntamento è per domani alle ore 14!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari